La quattordicesima giornata di Ligue 1 si apre venerdì dove nell’anticipo serale il Rennes, davanti al proprio pubblico, impartisce la terza sconfitta nelle ultime quattro gare ad un Tolosa parso in difficoltà senza la luce del suo fantasista Oscar Trejo. Il successo, arrivato per una rete a zero grazie ad un goal in avvio di Y.Gorcuff, catapulta i bretoni al quarto posto in piena zona Europa League, ed inaugura un avvincente giornata di Ligue 1.

Una giornata che prosegue nel sabato, quando, alle 17, il Monaco fresco di qualificazione matematica come prima nel proprio girone di Champions League, ospita il Marsiglia di Rudi Garcia, chiamato a confermare i frammentari segni di ripresa mostrati nelle ultime gare. I monegaschi confermano di avere almeno una marcia in più rispetto a gran parte della Ligue 1 e passano dopo 25 minuti quando Boschilia trova l’angolo giusto dai 25 metri portando in vantaggio i suoi. Il Marsiglia prova ad adattarsi, passa dall’iniziale 4-4-2 alla difesa a 3, per poi ripiegare sul 4-3-3, ma lo scenario del match non cambia; il Monaco raddoppia già al 29′ quando Bernardo Silva, dopo uno strappo dei suoi, regala a Germain il pallone del 2 a 0 che l’ex Nizza non sbaglia ingannando Y.Pelè. E’ lo stesso Germain, dopo altri 10 minuti, a farsi trovare in giusta posizione e ad arrotondare il punteggio dopo un cross di Sidibè non controllato da Falcao. Nella ripresa, come comprensibile, il Marsiglia abbozza una timida reazione d’orgoglio senza tuttavia riuscire a trovare neppure il goal della bandiera e, al 91′, con un facile tap-in Carrillo fissa il punteggio sul definitivo 4-0 che lancia il Monaco in testa alla classifica, in attesa del Nizza.

Nei match delle 20 pareggio a reti inviolate tra il Nantes e il Lille di Collot, che ha preso le redini della squadra dopo il saluto di Antonetti. Ad affrontarsi sono due tra i peggiori attacchi del campionato ed i risultati, in termini di occasioni, si vedono. La pressione per entrambi, dopo il pessimo avvio di campionato, è alta, e davanti ai 22 mila spettatori presenti è Benzia l’unico a provare qualche guizzo. Gli unici appunti da prendere, al termine di uno 0 a 0 scialbo, è l’ennesima ottima prestazione del laterale mancino di difesa Lima, per i canarini, mentre il Montenegrino Basa è stato, con Benzia, il migliore in campo dei mastini; peggiore in campo, invece, il portoghese Eder.

Pareggio più emozionante quello per 1 a 1 tra i padroni di casa del Caen ed il Guingamp. Gli ospiti sotto la guida di Koumbouarè riescono per la terza gara consecutiva a stappare il pari nelle battute conclusive della gara. Sebbene il goal di Rodelin al 79′ avesse infatti illuso i 14 mila tifosi di casa, il Guingamp ha raggiunto un meritato pareggio a 5 minuti dal termine grazie ad un goal di De Pauw, a conclusione di un azione innescata dal solito Briand. Il terzo pareggio consecutivo lascia il Guingamp a 23 punti in classifica.

Emozioni e goal in zona Cesarini anche in Aquitania dove il Bordeaux ospita il Dijon con i favori del pronostico ma il castello difensivo costruito dagli uomini di Dall’Oglio regge bene ed anzi, costringe il Bordeaux a rincorre per ben 2 volte. Prima è l’ex Pananthinaikos Abeid a portare avanti gli ospiti con un preciso calcio di punizione, quindi, dopo il pari in avvio di ripresa firmato Rolan, è Tavares a finalizzare l’ennesima ripartenza del Dijon con la rete del 2 a 1. I girondini, tuttavia, spinti dei 16 mila presenti, continuano a fare la partita e riescono clamorosamente a ribaltarla negli ultimi 5 minuti di gioco. Prima Kamano servito da Plasil approfitta dell’inspiegabile spazio concessogli in area per realizzare di testa l’1 a 1, quindi è ancora l’attaccante arrivato in estate dal Bastia a realizzare, in maniera analoga, anche la rete del definitivo sorpasso al minuto 93.

Valanga di goal anche a Metz dove i padroni di casa vanno in vantaggio al 10′ con un goal del centrale di difesa Falette per poi subire la discesa del Lorient che va a segno addirittura tre volte tra primo e secondo tempo con Waris e Moukandjo (2). Nel finale tuttavia il ventiduenne Thibault Vion al suo esordio stagione, entra nella storia del club realizzando una doppietta tra 75′ e 78′ che fissa il punteggio sul 3 a 3 finale.

Pareggio anche a Montpellier dove i padroni di casa fanno la partita ed assediano l’area di rigore del Nancy senza però riuscire a trovare la via del goal. Lo 0 a 0 finale porta il Montpellier a quota 16 punti, tre in più dello stesso club della Lorena.

 

 

 



As featured on NewsNow: Calcio news