È di ieri all’ora di pranzo il comunicato ufficiale dell’Olympique Marsiglia riguardante la cessione della società. Nel documento si legge che il Signor Frank H. McCourt Jr e la Signora Margarita Louis-Dreyfus (proprietaria del club dopo la morte del marito ed ex-Presidente Robert Louis-Dreyfus, ndr) sono entrati quest’oggi nel pieno di una negoziazione esclusiva per l’acquisizione del club di calcio dell’Olympique de Marseille da parte del Signor McCourt. I dettagli economici dell’accordo non sono stati resi noti. Le due parti desiderano chiudere la transazione da qui alla fine dell’anno, dopo un’attenta consultazione con il comitato aziendale dell’Olympique de Marseille.” 

Il club sarà acquistato, dunque, dall’imprenditore americano già proprietario dei Dodgers Los Angeles, una delle più importanti società di baseball d’America, venduta nel 2012 per la cifra record di 2,15 miliardi di dollari, la somma più alta mai pagata nella storia per una squadra sportiva. McCourt è presidente sia della McCourt LP che della McCourt Global (le due società di famiglia impegnate principalmente nell’immobiliare e negli investimenti di capitale). Con la passione dell’ippica, il futuro presidente marsigliese ha anche fondato, assieme al campione di salto ostacoli Jan Tops, la Global Champions League e il Global Champions Tour, le due massime competizioni della disciplina. Infine McCourt è il presidente della società che organizza la Maratona di Los Angeles.

Si chiude dunque ogni speranza per i tifosi phocéens di vedere la squadra venduta prima della fine del calciomercato. Negli ultimi giorni si era palesata la possibilità dell’acquisto del club da parte dell’ex-proprietario della scuderia Lotus Gérard Lopez e, soprattutto, di un clamoroso ritorno di Marcelo Bielsa, accompagnato da 4 o 5 nuovi acquisti presi sul filo del rasoio. Niente di tutto ciò. La trattativa non sarà breve e difficilmente il Marsiglia farà grandi movimenti di mercato. Franck Passi, allenatore dei biancoazzurri, ha parlato della necessità di almeno 3 acquisti, uno per reparto, prima della chiusura del mercato. Acquisti che probabilmente arriveranno, ma che di certo non avranno nomi altisonanti. L’impressione sulla Canebière è quella di un’altra stagione di transizione, almeno fino a quando non si avrà l’ufficialità della cessione del club.