A undici giornate dal termine della Ligue 1, non solo è ancora apertissima la lotta per il titolo che vede impegnate Nizza, Monaco e Psg, ma la corta classifica del massimo campionato francese, rende sempre più accesa ed intrigante anche la lotta per evitare la retrocessione.

Al momento le principali indiziate alla retrocessione in Ligue 2 sono Lorient e Bastia, rispettivamente ultima e penultima forza del campionato con 22 e 23 punti. Sono 5 infatti, le lunghezze che separano i corsi dai 27 punti del Nancy, terzultimo, e che secondo la nuova formula di Ligue 1 giocherebbe lo spareggio con la terza classificata della Ligue 2.

Una lotta che potrebbe però ampliarsi in caso di risalita delle ultime della classe dato che sono 5 anche le lunghezze che separano la penultima forza del campionato dalla quartultima posizione che vale la salvezza diretta, attualmente occupata dal Dijon in virtù degli scontri diretti. In virtù di tali numeri rischiano ancora grosso anche Metz e Caen, collocate a 28 punti, e che dovranno gestire al meglio i punti di vantaggio sulle inseguitrici in queste ultime undici gare.

Lorient e Bastia su tutte, Nancy, Dijon Metz e Caen. Sono sicuramente queste sei le principali indiziate alla lotta per non retrocedere che si farà sicuramente più intensa nelle prossime giornate, sempre salvo sorprese perché, a metà classifica, ci sono anche Lille, Angers, Nantes, Montpellier e Rennes, tutte squadre che navigano tra i 29 e i 33 punti e che non possono dunque permettersi troppi falsi per trovarsi invischiati nell’eventuale bagarre finale.

Il Lorient, peggior difesa del campionato, malgrado i rinforzi nel mercato invernale rimane la principale indiziata a salutare la categoria considerato che il calendario metterà i bretoni di fronte a Psg, Lione e Marsiglia. Gli arancio-neri dovranno inoltre affrontare trasferte difficili come quelle di Nantes, Montpellier, e Nancy, tutte squadre che difficilmente concederanno punti importanti alla squadra di Casoni.

Undici battaglie attendono anche il Bastia, che oltre recuperare i punti persi tra le mura amiche ( impresa non facilissima contro St. Etienne, Rennes, Lille, Lione e Lorient) si giocherà la salvezza lontano da casa in scontri diretti sui campi di Angers, Metz e Dijon dato che, quella del Velodrome e del Parco Dei Principi, non sembrano trasferte alla portata dei corsi visti fino ad oggi.

Il solido Nancy giunto fino alla semifinale di Coppa di lega affronterà tra le mure amiche Lille, Tolosa, Lorient, Rennes prima di Psg e Marsiglia. La permanenza dei biancorossi in massima serie passerà dunque dai quei 3 match casalinghi oltre che dagli scontri diretti in trasferta con le altre due neopromosse Dijon e Metz. L’obbiettivo sembra comunque essere alla portata della squadra della Lorena. Con Lorient e Bastia che difficilmente riusciranno a raccogliere tanti punti, la lotta per evitare il terzultimo posto che vale lo spareggio riguarderà molto probabilmente oltre al Nancy proprio Dijon e Metz, senza dimenticare anche il Caen, il cui calendario finale risulta alquanto complicato.

Chi la spunterà sarà il campo a dirlo, già dagli anticipi di stasera, ma una cosa è certa: in Ligue 1 anche la lotta salvezza è tutt’altro che chiusa.



As featured on NewsNow: Calcio news