La sedicesima giornata di Ligue 1 si apre, nonostante sia appena trascorso il turno infrasettimanale, con il consueto anticipo del venerdì. A scendere in campo è il Caen che ospita il Dijon con l’obbiettivo di conquistare 3 punti contro una diretta concorrente per allontanarsi dalla zona salvezza.  I rossoblu continuano però a stentare in questa prima metà di campionato e nonostante chiudano il primo tempo sul 3 a 1 grazie alla doppietta di Santini e al goal di Karamoh che ribaltano il momentaneo 1 a 1 ospite di Les Melou seguito però da un doppio giallo nel giro di due minuti per Bouka Moutou. Nonostante l’inferiorità numerica e lo svantaggio di due reti il Dijon riesce in una grande impresa riuscendo a raggiungere il pari con il goal di Diony e con l’autorete di Yahia.

Apre il sabato di Ligue 1 il Psg di Emery che deve superare in trasferta l’ostacolo Montpellier per mantenersi vicino alla vetta. I parigini tracollano sul campo del Montpellier affogati nella banalità e nella lentezza del loro sterile possesso palla e vanno negli spogliatoi al 45′ sotto di un goal a causa del pallonetto vincente di Lasne sull’avventata uscita di Areola. Nella ripresa il copione del match non cambia, il Psg mantiene il possesso del pallone ma il Montpellier viaggia a velocità doppia, pressa alto, e fa male appena può, come al 48′ quando Sanson semina il panico nell’area di rigore parigina e serve a Skhiri un pallone che il centrocampista scaraventa, dai 20 metri, sotto la traversa con un destro forte a rientrare. Emery prova a dare nuova linfa agli attacchi dei suoi inserendo Ben Arfa, i parigini vanno vicini al goal del 2 a 1 con Matuidi e con lo stesso Ben Arfa, ma alla fine a gioire nuovamente è il Montpellier che in contropiede trova anche la rete del definitivo 3 a 0 con il mancino vincente di Boudebdouz.

Nei match delle 20 vittoria importante per il Monaco che supera con un sonoro 5 a 0 il Bastia. I corsi, lasciati senza i propri sostenitori a causa di una discutibile disposizione delle autorità, si trovano a rincorrere già al 10′ quando con un facile tap-in Mbappè porta avanti i padroni di casa. Il Bastia si limita ad attendere i monegaschi non concedendo spazi, il match entra in una fase di stallo fino a quando sugli sviluppi di un corner Coulibaly sfiora il pari per gli ospiti. Il brivido suona la sveglia al Monaco, che memore del passo falso di martedì, prima chiude la pratica con un goal di Lemar, quindi arrotonda con le reti di Falcao (2) e Carrillo per il definitivo 5 a 0 che lancia i biancorossi in testa alla classifica in attesa del Nizza.

Nella prima mezz’ora di gioco, in quel di Metz, il Lione paga un ambiente ostile e si trova in svantaggio quando Hein trova il jolly dalla distanza, ma quando un petardo arriva a colpire Lopes il direttore di gara decide che è il caso di interrompere la sfida.

Continua a navigare in alta classifica il Guingamp che davanti al proprio pubblico supera per 2 a 0 un Nantes in piena crisi dopo la goleada subita dal Lione. A decidere l’incontro sono i goal, uno per tempo, di Briand e Salibur, autentico protagonista della gara ed autore dell’assist vincente nella prima frazione di gioco.

Esce dalla crisi il Lille che conquista la prima vittoria esterna in stagione superando per 1 a 0 il Bordeaux grazie ad un tap-in di De Preville sugli sviluppi di un corner. Il Bordeaux recrimina per le tante palle gol sciupate, su tutte il rigore fallito nella ripresa da Diego Rolan.

Pareggio divertente tra Angers e Lorient dove gli angioini padroni di casa fanno la partita ma si trovano costretti a rincorrere per il goal di Marveaux che porta avanti gli ospiti. Diedhiou, dagli 11 metri, ristabilisce la parità per poi effettuare il sorpasso al 58′ con un colpo di testa di N’Doye. Nel finale , tuttavia, i padroni di casa accusano la stanchezza ed il Lorient ne approfitta trovando il pari con Waris che sigla la rete del definitivo 2 a 2.

In corso i match domenicali tra cui Marsiglia-Nancy e Nizza-Tolosa.

 

 

 



As featured on NewsNow: Calcio news