Devono ancora giocarsi le tre gare domenicali ma sono già abbastanza le sorprese in Ligue 1 dove, tra anticipo del venerdì e gare del sabato, non sono certamente mancati i colpi di scena. Ad aprire i giochi ci ha pensato il Psg di Emery che ha impattato sul campo del Tolosa cedendo per 2 reti a 0. Una sconfitta figlia non del turn-over, dato che i parigini hanno schierato gran parte degli uomini titolari, ma dell’ennesima prestazione dei padroni di casa, il Tolosa, che hanno sfruttato al meglio l’arma della ripartenza chiudendo invece ogni varco difensivo alla formazione ospite. L’espulsione di Aurier al 48′, con conseguente calcio di rigore trasformato da Bodiger, è stata sicuramente la svolta di una gara che attendeva solo di essere sbloccata; il Psg si è spinto comunque in avanti alla ricerca del pari ma, a dieci dal termine, si è arreso al secondo goal dei locali firmato Durmaz. Applausi a scena aperta a fine partita, per un Tolosa che scavalca in classifica proprio i parigini portandosi a 14 punti.

Rimane invece inchiodato a 10 punti il Lione che apre il sabato di Ligue 1 con una sconfitta per una rete a zero sul campo del Lorient. Ancora una volta il passo falso dell’OL arriva in prossimità di una sfida di Champions, ed ancora una volta il  turn-over applicato da Genesio risulta eccessivo. Il Lione domina infatti la gara sul sintetico di Lorient ma va sotto quando Cabot fa esplodere il pubblico di casa siglando la rete dell’inaspettato vantaggio, difeso poi con le unghie e coi denti dal Lorient fino al triplice fischio.

Nelle gare delle 20 approfitta dei passi falsi delle dirette concorrenti il Monaco che nel Principato a fatica supera per 2 reti a 1 l’Angers. I bianconeri passano a sorpresa in vantaggio con un goal di Diedhiou, ex capocannoniere di Ligue 2,  ma ci pensa Kamil Glik a ristabilire la parità prima che la sfortunata autorete di Nwakaeme sancisca il 2 a 1 finale malgrado un forcing offensivo finale della formazione ospite.

Negli altri campi successo meritato del Bastia che dimostra migliori trame di gioco nella gara con il Guingamp chiudendo la formazione ospite nella propria metà campo. Il sempre attivo Saint-Maximin colpisce una traversa e così, a decidere la gara, ci pensa un goal del centravanti Crivelli che sfrutta al meglio un buon assist di Coulibaly per portare avanti i suoi a 10 dal termine. Vittoria interna anche per la neopromossa Dijon che annienta il Rennes con un roboante 3 a 0 firmato Diony (doppietta per lui) e Mariè;  da rivedere in toto la squadra di Gorcuff.

Non riesce più a vincere davanti al proprio pubblico invece il Bordeaux che non va oltre lo 0 a 0 contro un Caen che opta per una gara di contenimento e riesce a portare a casa un punto prezioso in ottica classifica. I rossoblu si portano infatti a 7 punti scavalcando in classifica un Montpellier in piena crisi e battuto, sul suo campo, dal neopromosso Metz , a cui basta un calcio di rigore del centravanti Erdinc per vincere e volare a 13 punti in classifica.



As featured on NewsNow: Calcio news