Pioggia di goal e cartellini nel turno infrasettimanale di Ligue 1 aperto ieri dalle vittorie di Psg e Tolosa. Erano infatti ben 8 le gare in programma alle ore 19 di questo mercoledì, prima del posticipo delle 21 tra Rennes e Marsiglia. Il match di cartello, malgrado l’orario, era tuttavia la sentitissima sfida in programma all’Allianz Riviera tra Nizza e Monaco.

A trionfare, malgrado  i pronostici a sfavore, è stato il Nizza del nuovo tecnico Favre, che ha rifilato ad un irriconoscibile Monaco un 4 a 0 che non ammette repliche. La gara si è messa in discesa presto per i rossoneri, che hanno aperto le marcature con un colpo di testa del difensore centrale Baysse sugli sviluppi di un corner per poi approfittare del crollo psicologico subito dai monegaschi. Il Nizza ha infatti continuato a spingere e alla mezz’ora ha trovato il raddoppio con un diagonale preciso di Mario Balotelli. L’italiano arrotonda il punteggio anche nella ripresa, quando Cyprien lo mette in condizione di siglare la sua personale doppietta.  Il centrocampista ex Lens è in gran serata e nel finale approfitta del vuoto lasciato dal rosso estratto all’84’ a Bakayoko e serve l’assist vincente anche a Plea, subentrato a Balotelli, per il definitivo 4 a 0.

In classifica comanda ora il Nizza con 14 punti davanti ai 13 di Psg e Monaco e ai 12 del Bordeaux; i girondini hanno infatti conquistato i 3 punti nel turno infrasettimanale con un convincente 3 a 0 ottenuto sul campo del Metz grazie ai goal di Malcolm, nella prima frazione, e di Laborde e Thelin (dal dischetto) nella ripresa.

Ha ancora punti da recuperare anche il Lione che davanti al proprio pubblico va in svantaggio per mano del Montpellier che passa con Sanson. Gli ospiti restano però in 10 uomini dopo neanche dieci minuti di gioco ed il Lione ha vita facile nell’imporre il suo gioco, dominare, e ribaltare la gara. La rimonta è completata già al termine della prima frazione quando prima Fekir pareggia i conti dal dischetto quindi Tolisso concretizza il sorpasso con un colpo di testa vincente. Nella ripresa gli uomini di Genesio dilagano; segnano ancora Fekir e Tolisso, e si aggiunge ai marcatori anche Cornet per suggellare il 5 a 1 finale.

Un espulsione cambia le sorti della gara anche a Rennes, dove nel posticipo il Marsiglia dà l’illusione di poter fare il colpaccio in Bretagna quando la doppietta di Gomis ribalta l’iniziale vantaggio di Sio, ma Machach lascia i suoi in dieci uomini causa doppio giallo ed il Rennes riesce a ribaltare a sua volta il punteggio prima con il rigore di Grosicki che vale la parità, quindi con il goal vittoria di Hunou che fa esplodere il pubblico di casa.

Cartellino rosso estratto anche a Nantes dove i canarini impattano sullo 0 a 0 con il Saint Etienne di Galtier. A finire anzitempo negli spogliatoi, per gli ospiti, è Malcuit, ma l’argentino Sala fallisce il penalty del possibile vantaggio Nantes e i padroni di casa non riescono a sfruttare la superiorità numerica nel resto della gara e devono accontentarsi dello 0 a 0.

Finisce a reti inviolate anche la gara in scena a Furiani tra Bastia e Nancy; i corsi sciupano diverse occasioni ma non riescono a raccogliere i frutti di un dominio territoriale prolungato, sfavoriti da un terreno di gioco in cattive condizioni, e la sfida termina a reti inviolate. Con un calcio di rigore di Briand, invece, il Guingamp beffa un Lorient in netta crescita superandolo per una rete a zero e relegandolo al fondo della classifica, mentre l’Angers conquista il secondo successo consecutivo superando per 2 a 1 il Caen davanti al proprio pubblico.

 

 



As featured on NewsNow: Calcio news