Tantissimi, bellissimi gol nei dodici match giocati alle 19. Tra i risultati, spicca la sconfitta dello United a Istanbul contro un ottimo Fenerbahce, la cinquina del Bilbao, trascinato da un Aduriz versione Superman e la vittoria della Roma, che va molto vicina alla qualificazione. Vediamo tutti i risultati:

Astana – Olympiakos 1-1 ( 8′ Despotovic, 30′ Seba)

Primo pareggio in questa edizione dell’Europa League per i greci, fermati in Kazakistan dall’Astana, al secondo pareggio in quattro partite. Padroni di casa in vantaggio con Despotovic, che deposita in rete dopo l’assist di Twumasi, con la difesa ospite troppo passiva. Il pareggio, al 30′, porta firma di Seba, che piazza di testa indisturbato su assist di Manthathis.

Zorya – Feyenoord 1-1 ( 15′ Jorgensen, 45′ Forster)

Ospiti in vantaggio dopo 15′ con Jorgensen, che colpisce da due passi di testa dopo l’assist dal fondo di Kuyt. Difesa degli ucraini, in questo caso, rivedibile. Il pareggio arriva a fine primo tempo: rigore per fallo di Botteghin ( che verrà espulso per doppia ammonizione nell’occasione), Forster segna sulla respinta, dopo che Jones era riuscito a parare in un primo momento.

Fenerbahce – Manchester United 2-1 ( 2′ Sow, 59′ Lens, 89′ Rooney)

Quinta sconfitta stagionale per il Manchester United di Mourinho, sconfitto anche a Istanbul. Pronti-via, i turchi trovano un gol da fantascienza con Sow, che dal limite dell’area, in rovesciata, batte De Gea. I Red Devils non riescono a rendersi pericolosi e finiscono per prendere il secondo gol con Lens: De Gea sorpreso sul primo palo con una punizione dai 25 metri. Gli inglesi si svegliano tardi trascinati dal condottiero Rooney, che trova un gol splendido da fuori area. L’arrembaggio finale non serve a nulla, lo United al momento sarebbe clamorosamente eliminato.

APOEL Nicosia – Young Boys 1-0 (69′ Soteriou)

Ciprioti vittoriosi grazie al gol di Soteriou, che al 69′, si gira benissimo in area e trova un gran gol in girata. L’APOEL vola in testa alla classifica, seguito dall’Olympiakos.

Anderlecht – Mainz 6-1 (9′ Stanciu, 15′ De Blasis, 41′ Stanciu, 64′ Tielemans, 89′ Teodorczyk, 90′ Bruno, 92′ Teodorczyk (r))

Dilagano i belgi, trascinati da Stanciu e Teodorczyk ( che arriva alla doppia cifra stagionale). Mainz non pervenuto, e che vede scappare proprio l’Anderlecht e il Saint Etienne a tre punti.

Qabala – Saint Etienne 1-2 ( 39′ Gurbanov, 45+1′ Tannane, 53′ Beric)

Padroni di casa in vantaggio al 39′, con Gurbanov che risolve un flipper in area dopo una punizione dai 30 metri di Eyyubov. Il gol del pareggio francese arriva quando l’arbitro sta per mandare le squadre a prendere il famoso “thè caldo” e porta la firma di Tannane, fortunato nello sfruttare la papera di Bezotosny su una punizione più che abbordabile. L’ASSE passa in vantaggio al 53′ con Beric, che si infila tra due difensori del Qabala e conclude in rete.

Maccabi Tel Aviv – AZ Alkmaar 0-0

Zenit – Dundalk 2-1 ( 42′ Giuliano, 52′ Horgan, 78′ Giuliano)

Russi in vantaggio grazie a Giuliano, ben servito da Anyukov dopo un recupero sulla trequarti difensiva irlandese. Il pareggio degli ospiti arriva nella ripresa e porta la firma di Horgan, velocissimo a scappare in contropiede  e a beffare Kherzakov. Il gol vittoria porta ancora la firma di Giuliano, che risolve una mischia in area. Irlandesi molto sfortunati, un palo e una traversa negano infatti il pareggio.

Astra Giurgiu – Viktoria Plzen 1-1 ( 19′ Stan, 25′ Krmencik)

Rumeni in vantaggio grazie a Stan, che fugge alla difesa ceca e, dopo la prima respinta di Kozacik, riesce a depositare in rete. Il pareggio è quasi immediato: cross di Petrzela, stacco di testa in tuffo perfetto di Krmencik, che trova il pareggio, risultato che resisterà fino al 90′, nonostante un’occasione per parte nella ripresa.

Austria Vienna – Roma 2-4 (2′ Kayode, 5′ Dzeko, 18′ De Rossi, 65′ Dzeko, 78′ Nainggolan, 90′ Grunwald)

Austriaci in vantaggio con Kayode, che su assist di Venuto arriva a toccare il pallone, sfruttando una dormita della difesa giallorossa. La Roma si butta subito alla ricerca del pareggio, che arriva al 5′: Bruno Peres crossa, Dzeko colpisce, trovando il primo gol in questa edizione dell’Europa League, l’undicesimo stagionale. Il gol del sorpasso vede ancora il bosniaco protagonista: colpo di testa respinto debolmente, De Rossi arriva sulla respinta e porta la Roma in vantaggio. Nella ripresa, la Roma chiude definitivamente i conti con i gol di Dzeko e Nainggolan, prima del gol della bandiera, siglato da Grunwald.

Sassuolo – Rapid Vienna 2-2 (34′ Defrel, 44′ Ragusa, 86′ Jelic, 89′ Kvilitalia)

Neroverdi in vantaggio al 34′ con Gregoir Defrel, che trova l’angolo giusto dopo un bello scambio con Biondini. Il raddoppio arriva alla fine del primo tempo: punizione di Pellegrini, quasi impercettibile la deviazione di Ragusa che però risulta decisiva nel beffare Strebinger. Nella ripresa, e soprattutto tra 86′ e 89′, i ragazzi di Di Francesco si fanno rimontare dai gol di Jelic e Kvilitalia.

Athletic Bilbao – Genk 5-3 ( 8′, 24′, 44′, 74, 90′ Aduriz, 28′ Bailey, 51′ Ndidi, 80′ Susic)

Gol e spettacolo al San Mames, dove il Genk si rifiuta di mollare e dà molto filo da torcere al Bilbao. Vantaggio dei baschi con Aduriz, che sfrutta la bella sponda di Raul Garcia e batte Bizot. Passa poco più di un quarto d’ora ed è ancora il numero 9 a trovare il gol, stavolta su rigore. Il Genk la riapre con Bailey, che con il sinistro in area batte Herrerin. Ma nell’Athletic gioca un mostro, fa il centravanti e di nome fa Aritz. Al 44′ arriva infatti la tripletta per il 35enne basco, che si ripeterà al 74′. In mezzo, il gol di Ndidi. Al 80′ Susic fissa il risultato sul 4-3 ma c’è ancora una possibilità per Aduriz, dopo un fallo nettissimo di Ndidi su Inaki Williams: il capitano dell’Athletic batte Bizot e sigla il quinto gol della serata. Davvero fantastico.



As featured on NewsNow: Calcio news