Sarà il Monaco l’ultimo ostacolo per una Juventus decisa a raggiungere la finale di Champions League che si giocherà il 3 giugno al Millennium Stadium di Cardiff. Un sorteggio positivo per la squadra di Allegri che avrà buone chance di raggiungere l’atto conclusivo della manifestazione per la seconda volta negli ultimi tre anni e vendicare la sconfitta del 2015 con il Barcellona. Dall’altro lato del tabellone ennesimo derby tra Real e Atletico Madrid, la rivincita della finale dello scorso anno in cui i Blancos di Zidane trionfarono ai calci di rigore.

La Juve ha già eliminato due anni fa il Monaco nei quarti di finale. Una doppia sfida molto dura che si risolse in favore della squadra di Allegri grazie al rigore segnato da Vidal nella gara d’andata. Anche stavolta le insidie non mancheranno: il Monaco di Jardim, accostato a molte panchine italiane per la prossima stagione, gioca un calcio veloce e molto offensivo che l’ha portato a eliminare le ben più quotate Manchester City e Borussia Dortmund.

Ma questa edizione della Juve ha tutte le carte in regola per arrivare in finale e giocarsela fino in fondo. Una squadra solida e ben organizzata che ha i favori del pronostico anche dei bookmakers, con le quote per le scommesse sulla Champions di William Hill che danno i bianconeri vincenti a 2.30 anche per la trasferta dell’andata. Quote molto equilibrate con la vittoria dei monegaschi pagata a 3.0 e il pareggio a 3.40.

Una sfida emozionante in cui si prevede un forte equilibrio sin dalle battute iniziali, così come successe nell’ultimo confronto. Due anni fa i francesi lasciarono il controllo del gioco alla Juve giocando sulle ripartenze. Questa volta sarà diverso: i biancorossi sono una squadra che non sa aspettare e che punta sull’entusiasmo e sull’energia delle ondate offensive dei propri giovani.

La Juventus potrà approfittare della solidità difensiva e degli spazi in contropiede che i non sempre equilibrati francesi lasciano quando attaccano. Una manna per i dialoghi in velocità di Dybala e Higuain e per le volate sulle fasce di Cuadrado e Alex Sandro.

Allegri dovrà fare a meno dello squalificato Khedira nella gara d’andata. Al suo posto dovrebbe giocare Marchisio nel 4-2-3-1 diventato schema di riferimento. In porta inamovibile Buffon, la difesa a 4 dovrebbe essere composta da Dani Alves e Alex Sandro sugli esterni e da Bonucci e Chiellini come centrali. Davanti a loro Pjanic e Marchisio. Dietro il centravanti Higuain sarà libero di agire Dybala e ai loro lati Cuadrado e Mandzukic, fondamentali nel garantire l’equilibrio della squadra con i propri ripiegamenti difensivi.

I pericoli maggiori per i bianconeri arriveranno dalla fascia sinistra dove i giovani Mendy e Lemar garantiscono una spinta costante e giocate di qualità. Giocate che vengono puntualmente sfruttate dall’attacco dei monegaschi, forse il reparto più forte a disposizione di Jardim. La coppia offensiva sarà composta dal ritrovato Falcao, centravanti che fino a pochi anni fa veniva considerato tra i più forti del mondo e dalla nuova stella del calcio francese, il classe ’98 Mbappè, capace di segnare in tutte le partite delle fase a eliminazione diretta. Un fenomeno che a 18 anni e alla sua prima stagione in prima squadra ha timbrato il tabellino marcatori per 22 volte in 36 presenze.

La Juventus partirà con i favori del pronostico e con l’esperienza necessaria ad affrontare sfide di questo genere. Ha la miglior difesa d’Europa con 2 soli gol subiti in 10 partite e potrà contare sulla voglia di due senatori come Buffon e Barzagli di tentare di alzare quel trofeo che manca nelle loro ricchissime bacheche.

Attenzione però a non sottovalutare l’impegno e l’impeto di una squadra imprevedibile e giovanissima. L’età media dei titolari è di 25 anni e viene alzata dal trentaduenne portiere Subasic e dal Tigre Falcao, ormai trentunenne. Uno scontro generazionale in cui si troveranno di fronte l’esperienza dei vari Buffon, Chiellini e Bonucci e la freschezza di Sidibé, Mendy, Bakayoko e Bernardo Silva. Al campo la risposta definitiva.





As featured on NewsNow: Calcio news