Ci è voluto un po’, tra rinvii per non-adeguate misure di sicurezza e forti polemiche nei confronti della classe arbitrale, ma alla fine la Super League greca ha giocato la sua prima giornata di campionato a partire dal 10 settembre 2016, con ben due settimane di ritardo sul ruolino di marcia. Nonostante l’avvio problematico, tuttavia, poco e nulla sembra essere cambiato sui campi ellenici: tanto per cominciare, l’Olympiakos preme subito fortissimo sull’acceleratore vincendo con un roboante 6-1 la partita casalinga contro il Veria, quest’anno una delle principali pretendenti alla retrocessione. Mattatore del match il nigeriano Brown Ideye, autore di una splendida tripletta; in mezzo al campo il tedesco Marko Marin è salito in cattedra trovandosi subito a proprio agio tra le linee biancorosse, dopo di che ci hanno pensato le marcature di Seba, Tarik Elyounoussi (che per altro ha beccato pure un legno) e Luka Milivojevic a completare l’opera. Il gol della bandiera degli ospiti, invece, giunge solo sul momentaneo 3-0 e porta la firma di Pantelis Kapetanos, attempato ma sempre efficace bomber ex-Xhanti.

La squadra di Paulo Bento non delude quindi le aspettative partendo a razzo in campionato, ma l’AEK Atene del georgiano Ketsbaia, accasatosi alla corte dei gialloneri dopo una felice parentesi all’APOEL di Nicosia, non è da meno. La squadra capitolina schiaccia senza troppe difficoltà lo Skoda Xhanti con un perentorio 4-1: l’inizio è altamente spettacolare, con uno scatenato Hugo Almeida che apre le marcature al 7’; Petros Mandalos lo emula dopo soli tre minuti, ma Younes trova già l’accorcio al 12’ tenendo vive le speranze della squadra del nord della Grecia. Hugo Almeida, però, sigla la sua personalissima doppietta al 16’, mettendo la parola fine ad un inizio gara altamente palpitante. Ci pensa infine Didac Vilà, a un quarto d’ora dalla fine, a calare il poker. Vince con tre reti di scarto anche il Panathinaikos di Stramaccioni, che schiaccia con un secco 3-0 il Levadiakos: Cristian Ledesma su rigore e poi Wakaso e Sebastian Leto chiudono ben presto i conti. Bene anche il PAOK, che batte per 2-1 il Panetolikos: a Diego Bisewar e Garry Rodrigues basta meno di mezz’ora per chiudere la pratica, al Toumba di Salonicco.

Nelle altre partite, parte alla grande il Panionios, stendendo niente meno che l’Asteras Tripoli con un roboante 3-0. Protagonista della partita il giovanissimo Taxiarhis Fountas, centravanti classe ’95 autore di una doppietta, supportato da un rovente Karim Ansarifard, che ha siglato la terza rete, sbagliando per altro un calcio di rigore ad inizio gara. Esordio amaro per il Kerkyra in Super League, superato di misura dal Platanias in quel di Corfù, in una sorta di derby tra le isole greche. Il PAS Giannina stende 3-0 l’Atromitos di Peristeri, mentre l’unico pareggio della giornata si ha tra AEL e Iraklis, terminato con uno spettacolare 2-2.



As featured on NewsNow: Calcio news