In molti lo osservano, alcuni molto da vicino, ed in tanti si sono interessati seriamente a lui: a Youri Tielemans, però, di lasciare il Belgio proprio non va e, anche quest’anno, sta regalando giocate spettacolari e tanta sostanza al centrocampo dell’Anderlecht.

Diciannove anni, regista dai piedi buoni ma all’occorrenza anche centrocampista che fa legna in mezzo al campo: Youri Tielemans è il gioiellino dell’Anderlecht, squadra di Jupiler Pro League, massimo campionato belga. Nato il sette maggio del 1997, Tielemans ha iniziato la propria avventura nel mondo pallonaro a cinque anni, proprio nella squadra in cui milita tuttora. A soli cinque anni, infatti, il centrocampista di origini congolesi ha iniziato a vestire la casacca biancomalva e da allora non l’ha più tolta dalle sue spalle. Il primo contratto da professionista risale al ventidue maggio 2013 e, dopo neanche due mesi, è arrivata anche la sua prima presenza con la prima squadra, il ventotto luglio, nella sconfitta per tre a due contro il Lokeren.

Il suo ruolo naturale è quello di regista, magari coadiuvato da centrocampisti che gli coprano le spalle, lasciando la possibilità alla sua fantasia ed al suo estro di inventare assist al bacio per i compagni. Tielemans è comunque un centrocampista moderno, capace di adattarsi agli schemi di gioco pensati ad hoc per l’avversario che la squadra ha di fronte oppure di ricoprire ruoli in cui c’è più bisogno. Ecco perché, nel corso della sua breve ma intensa carriera, ha già ricoperto il ruolo di trequartista alle spalle degli attaccanti o di mediano a sostegno della difesa. Non disprezza il gioco maschio e duro, ma neanche le giocate di fino. Insomma, Tielemans è un centrocampista tuttofare, adattabile a qualsiasi centrocampo, un giocatore veramente completo.

Nel corso di questa stagione il belga ha già collezionato ventuno presenze in Pro League, segnando addirittura otto reti e sfornando assist a ripetizione per l’inserimento in area di rigore avversaria da parte dei compagni di squadra. In ben sei occasioni il suo passaggio ha consentito ad un giocatore dell’Anderlecht di segnare. Molto buono è anche il suo bottino europeo: in Europa League sono cinque i match disputati, durante i quali ha apposto la sua firma sul tabellino in tre occasioni, contro Saint-Etienne, Magonza Gabala, e solo in quest’ultima occasione era stato schierato come trequartista a sostegno del reparto offensivo biancomalva.

Le indiscrezioni di mercato attorno al diciannovenne non si sono mai placate, sin dal suo esordio in prima squadra quattro anni fa, eppure, con molta sorpresa da parte degli addetti ai lavori, Tielemans non ha mai lasciato l’Anderlecht ed il Belgio. Come mai? Forse una delle cause è il prezzo: al momento il giocatore ha un valore di mercato di diciassette milioni di euro e, considerando la sua giovane età, il club proprietario del cartellino potrebbe arrivare a chiederne anche il doppio. Che sia per meri motivi economici?

Una spiegazione più romantica potrebbe essere quella legata ai sentimenti del giovane centrocampista: ha iniziato a cinque anni a giocare per l’Anderlecht, una delle squadre più forti e gloriose del paese, ed attualmente è uno dei perni dell’undici titolare: perché lasciare la sua squadra del cuore?

Nonostante tutto, molti top club europei hanno messo gli occhi su Tielemans e probabilmente in estate ci saranno degli affondi molto decisi per scardinare la resistenza di club e giocatore. Chi vivrà, vedrà.

https://www.youtube.com/watch?v=rYvd485obrc



As featured on NewsNow: Calcio news