Dopo la sosta legata agli impegni delle Nazionali in giro per il mondo, domani sera tornerà la Jupiler Pro League, massimo campionato belga, giunta alla sua sesta giornata di regular season.

Di seguito è riportata la classifica maturata fin qui, con lo Charleroi a sorpresa in testa:

1 Charleroi 11
2 Waregem 10
3 Genk 10
4 Oostende 10
5 Anderlecht 9
6 Gent 9
7 KV Mechelen 8
8 Kortrijk 8
9 Club Brugge 7
10 Lokeren 6
11 Standard Liegi 6
12 St. Truiden 4
13 Eupen 4
14 Mouscron 3
15 Waasland-Beveren 2
16 Westerlo 1

Vediamo insieme i dettagli delle otto partite in programma!

Waasland-Beveren – Club Brugge
9 settembre ore 20:30

La partita degli attuali campioni in carica sembra essere, almeno sulla carta, facile. A parte i facili pronostici, però, il pessimo periodo di forma che sta attraversando il Club Brugge potrebbe essere un’insidia ben più pericolosa degli avversari in campo. Il tecnico dei nerazzurri avrà meditato parecchio durante la sosta e probabilmente vedremo qualche cambiamento in campo, sia per quanto riguarda i titolari, sia per quanto riguarda il canovaccio tattico. Persa questa ottima occasione venerdì, le cose si farebbero veramente difficili.

Eupen – Oostende
10 settembre ore 18:00

L’Oostende è partito in quarta e ora, dopo la sosta e dopo aver smaltito l’ebrezza di stare per il secondo anno consecutivo nelle posizioni d’alta classifica ad inizio campionato, viene il bello. Gli ospiti dovranno confermare quanto di buono fatto fin qui contro una squadra neopromossa in Pro League che non ha nulla da chiedere a questa partita, se non provare ad aggiungere un punticino ai ben quattro messi in cassaforte in cinque giornate. La difesa a oltranza dei padroni di casa contro la voglia di continuare a stupire degli ospiti: chi avrà la meglio?

Kortrijk – Westerlo
10 settembre ore 20:00

Il Westerlo, nonostante siamo ancora a settembre, ha già un piede e mezzo in Seconda Divisione. Il buon periodo di forma messo in mostra dal Kortrijk presuppone che i tre punti arriveranno, per poi sedersi comodamente sul divano con il primo posto in tasca e novanta minuti in più nelle gambe rispetto agli altri.

KV Mechelen – St. Truiden
10 settembre ore 20:00

E’ la sfida del secolo per chi fa un campionato di metà classifica: niente ambizioni particolari da parte di entrambe le squadre, nessuna voglia di lottare per qualcosa di importante senza aver prima la salvezza in tasca. Un pareggio è quasi scontato, anche se il fattore campo potrebbe essere particolarmente rilevante: si sa, mai deludere i propri tifosi quando arrivano allo stadio in diecimila.

Mouscron – Waregem
10 settembre ore 20:30

In casa Waregem lo spumante scorre a fiumi. Dopo cinque giornate il secondo posto è davvero un ottimo risultato, soprattutto considerando i due sesti posti consecutivi negli ultimi due anni. Quest’anno potrebbe essere l’anno della svolta, l’anno in cui tutto è possibile. Dall’altro lato del campo ci saranno giocatori messi insieme per cercare di evitare il fallimento totale della retrocessione, anche se quest’anno le pretendenti non mancano sicuramente. Non si può certamente parlare di vita facile per gli ospiti, ma nemmeno di partita difficile. In un’ipotetica schedina il 2 + Goal potrebbe essere una quota molto interessante.

Gent – Lokeren
11 settembre ore 14:30

Dopo aver vinto due anni fa lo scudetto, il Gent ha passato la scorsa stagione a guardare Club Brugge e Anderlecht lottare per lo scudetto, senza riuscire a fare granché per unirsi alla battaglia. Quest’anno potrebbe ripetersi quanto descritto ma, se le sorprese che si sono viste fin qui, Waregem e Charleroi su tutte, dovessero confermarsi, la festa potrebbe apparire decisamente più lontana ed il sesto posto attuale ne è la prova. Quale occasione migliore per riprendere la retta via se non quella di battere in casa una squadra modesta come il Lokeren e sperare in passi falsi altrui?

Anderlecht – Charleroi
11 settembre ore 18:00

Il big match della sesta giornata è proprio questo. Partita indecifrabile quella che si disputerà tra una delle maggiori squadre del paese e l’attuale capolista di classifica, con l’ago della bilancia che potrebbe pendere sia da un lato che dall’altro. A deciderla potrebbero essere episodi fortuiti ma quello che è sicuro è che la squadra che uscirà sconfitta potrebbe risentirne per il resto della stagione.

Standard Liegi – Genk
11 settembre ore 20:00

Lo Standard Liegi ha cambiato nel corso della sosta il proprio allenatore, sostituendo Yannick Ferrera con Aleksandar Jankovic. Il neo tecnico ha una voglia matta di cambiare strada, uscendo dal solco dell’anonimato intrapreso da Ferrera tra la passata stagione e quella che si sta disputando. Il Genk, però, non ha nessuna intenzione di sacrificarsi per cause altrui e proverà in tutti i modi a rovinare la festa dello Standard, magari vincendo fuori casa e portando a casa tre punti che potrebbero voler dire salire sul podio nella classifica provvisoria.



As featured on NewsNow: Calcio news