Torna la rubrica degli allenatori italiani all’estero dopo la sosta per le Nazionali: vediamo passo passo quello che è accaduto nel weekend andato in archivio.

CINA – Ciro Ferrara ha raggiunto l’obbiettivo, il suo Wuhan Zall ha ottenuto la matematica salvezza nel campionato di Serie B cinese vincendo la 4° partita consecutiva (2-1 allo Zhelang Yiteng). Quota 40 punti raggiunta.
Stessa categoria ma altro obbiettivo (la promozione) per Fabio Cannavaro: il capitano campione del mondo azzurro 2006, perde partita (Tianjin Quanjan sconfitto 2-1 sul campo del Guizhou Zicheng) e viene raggiunto in testa alla classifica a quota 56 punti dallo stesso Guizhou e dal Quingdao. Si deciderà tutto nell’ultima giornata.

INGHILTERRA – Salgono le credenziali di Walter Mazzarri in Premier League. Per il tecnico toscano 3° vittoria stagionale sulla panchina del Watford (0-1 sul campo del Middlesbrough) e metà classifica raggiunta. Torna in piena zona Champions Antonio Conte, che spazza le critiche battendo col suo Chelsea un Leicester irriconoscibile per 3-0. I campioni in carica sono in piena picchiata, con la zona retrocessione distante solo 2 punti: Claudio Ranieri dovrà dare la sterzata.
Nella Championship resta stabile al 12° posto il Wolverhampton di Walter Zenga, bloccato sul pareggio dall’Aston Villa del neo allenatore Steve Bruce (sostituto dell’esonerato Di Matteo).

SPAGNA – La new entry porta il nome di Cesare Prandelli. L’ex commissario tecnico dell’Italia edizione 2010-2014 era inattivo da quasi 2 anni dopo l’esonero col Galatasaray. Ha scelto una bella patata bollente per rientrare nel giro (il Valencia, con una società altalenante ed un pubblico molto esigente). L’esordio però fa sorridere, 1-2 esterno contro lo Sporting Gijon ed uscita, temporanea, dalla zona calda della Liga spagnola. Saranno comunque mesi difficili.

GERMANIA – Perde le staffe il generale Carlo Ancelotti, che non vede più grinta nel suo Bayern Monaco. Nessuna vittoria nelle ultime 3 partite tra Champions League e Bundesliga, contro l’Eintracht Francoforte arriva un 2-2 che fa felice Colonia e Lipsia staccate ora solo di 2 punti.

RUSSIA – Torna a sorridere, invece, Massimo Carrera che era reduce da un doppio ko di fila nella Russian Premier League con lo Spartak Mosca. La sua squadra vince 1-0 in casa contro il Rostov e mantiene il primo posto in classifica insieme allo Zenit San Pietroburgo con 22 punti in 10 partite.

GRECIA – Chi perde il primato è Andrea Stramaccioni. Il Panathinaikos cade clamorosamente in casa contro lo Xanthi e lascia fuggire così l’Olympiacos. I tifosi mugugnano.

MOLDAVIA – Parte bene l’avventura moldava di Roberto Bordin, che vince all’esordio da tecnico dello storico Sheriff Tiraspol (11 scudetti negli ultimi 12 anni) imponendosi addirittura per 6-0 in trasferta contro il Codru Lozova. Subito primo posto solitario in classifica con 9 punti.

SVIZZERA – Pareggio a reti bianche in casa per il Lugano di Andrea Manzo, che ha fermato i più quotati Young Boys. La sua squadra resta in 6° posizione con 15 punti e può ancora ambire all’aggancio alla zona poule scudetto-europa.

 



As featured on NewsNow: Calcio news