No, grazie. Dev’essere stata questa la risposta di Razvan Marin a chi lo ha corteggiato a lungo, come ad esempio RomaFiorentina. Il giovane centrocampista rumeno ha deciso poche ore fa il suo futuro ed ha scelto di trasferirsi in Belgio, in Jupiler Pro League, dove ad accoglierlo c’è lo Standard Liegi.

Nato a Bucarest, capitale della Romania, Razvan Marin ha compiuto poco più di sei mesi fa venti anni ma ha già fatto vedere ottime cose sul rettangolo verde. Ha iniziato la propria carriera professionistica nell’FC Viitorul, squadra della massima serie rumena, tre stagioni fa e da allora ha iniziato la sua scalata nel mondo del calcio che conta. Nel corso del primo anno tra i grandi Marin ha impiegato solamente tre mesi per esordire in prima squadra: è datata quattordici dicembre 2013, infatti, la sua prima partita ufficiale con il Viitorul, nel corso della sconfitta per due a zero contro l’Astra Giurgiu. Dal giorno del suo esordio Marin è riuscito a scendere in campo altre otto volte nella Liga I, per un totale di centosettantotto minuti, nel corso dei quali ha anche arricchito il proprio score personale con ben tre assist per i compagni ed un cartellino rosso, rimediato a pochi secondi dal fischio finale nel corso della sfida contro l’FC Botosani, partita comunque persa tre a uno.

Alla seconda stagione in prima squadra le cose sono migliorate notevolmente. Marin, infatti, è considerato fin da inizio stagione uno dei titolari del centrocampo. E’ proprio in questa stagione che è arrivato anche il primo goal da professionista: era il quindici marzo 2015, contro il CFR Cluj, battuto con un risicato due a uno.

Nel corso di questa stagione Razvan Marin ha già collezionato venti presenze in campionato, non lasciando il campo nemmeno per un minuto, ad esclusione della partita contro l’FC Botosani del sedici settembre in cui non era stato convocato per un leggero affaticamento muscolare. Nel corso delle venti partite di campionato disputate, Marin ha messo in mostra un notevole fiuto del goal, trovando la rete in ben quattro occasioni, contro Astra Giurgiu, FC Voluntari, ASA Tirgu Mures ed FC Botosani, nell’ultima partita disputata in patria. Oltre alle quattro marcature, spiccano nel tabellino personale anche quattro assist, a conferma della propensione al gioco offensivo e a costruire magistralmente occasioni da goal per i compagni.

Per quanto riguarda il suo collocamento tattico, Marin è fondamentalmente un centrocampista centrale, capace di difendere quando è richiesto ma anche e soprattutto di impostare e partecipare alla manovra offensiva. Non a caso, infatti, nel corso della sua breve, almeno finora, carriera, è stato schierato anche come trequartista centrale e, grazie alle sue spiccate doti atletiche, da ala destra, a supporto delle punte. Marin è un centrocampista moderno, capace di raccordare ottimamente il reparto offensivo con quello difensivo.

Per le sue doti calcistiche era stato messo nel mirino da molti club europei ma solamente in tre sono arrivati fino in fondo per cercare di strapparlo al campionato rumeno: tra queste ci sono RomaFiorentina, che hanno avanzato diverse proposte sia al giocatore che al Viitorul. Entrambe, però, sono state battute dallo Standard Liegi, che aveva dalla sua il fatto che in Belgio il calciatore avrebbe potuto giocare titolare, sperando di arrivare a fine stagione a contendersi un piazzamento europeo alle altre squadre della Jupiler Pro League.

https://www.youtube.com/watch?v=djmP3MmCyb4



As featured on NewsNow: Calcio news