¡Así, así, así gana el Madrid!: al Molinón nasce la colonna sonora dell’antimadridismo
Non appena il Ministro della Cultura Manuel Clavero Arévalo, riconosciuto l’interesse generale, firma un decreto con il quale predispone la teletrasmissione della sfida tra Sporting Gijón e Real Madrid, il presidente degli asturiani Vega Arango, si frega le mani e gongola in attesa di sedersi al tavolo delle trattative...
La storia surreale dell’Equipo Fantasma
INCAPPUCCIATI – All’interno dello spogliatoio, i calciatori e lo staff della nazionale argentina si dispongono su tre file frastagliate e disomogenee. Quelli sistemati più in basso indossano giacca e cravatta d’ordinanza e cercano di mantenere un certo contegno istituzionale; dietro, invece, molto più informali, vestono l’uniforme da gioco e...
Clásico centroamericano: la leggendaria remuntada catracha
Nonostante la precoce uscita di scena dell’estrosa ala sinistra Javier “Zurdo” Jimenez, trasportato negli spogliatoi in barella dopo aver assaggiato i tacchetti dell’arcigno Miguel Angel Matamoros, la Costa Rica, sconfitta 2-1 a Tegugigalpa, ma tenuta in vita da una rete di Asdrubal “Yuba” Paniagua, ha impiegato solo quarantacinque minuti...
Storie di Libertadores: l’Atletico Chalaco e il “leon porteño”
In maniera piuttosto sorprendente, ma non immeritata, il vecchio e glorioso Atletico Chalaco, risalito dagli inferi della Segunda Division soltanto nel 1972, chiude la Liguilla del Descentralizado 1979 al secondo posto, collocandosi alle spalle dello Sporting Cristal campione, e qualificandosi alla Copa Libertadores a braccetto coi cerveceros. Per la...
Mariscal Santa Cruz: l’unica regina boliviana del Sudamerica
Lanciato uno sguardo dall’altra parte dell’Oceano, nel 1970 la CONMEBOL presieduta dal peruviano Teófilo Salinas, trapianta in Sudamerica una manifestazione sulla scorta della Coppa Uefa, la chiama “Copa Ganadora” e la affianca alla Libertadores, diventata nel fattempo la regina incontrastata delle Americhe: l’idea alla base è quella di accendere...
Quando il “Tuca” Ferretti piantò in asso Suarez
Ci sono apodos, nel mondo latino, che più di altri riescono a catturare e sintetizzare l’essenza di un calciatore, e hanno la spavalderia di rappresentare una lucida anteprima, quasi con la stessa potenza semantica di un biglietto da visita: la nonchalance regale da sovrano azteca con cui ha guidato...
Centenario Toluca: quella volta che il Diablo piegò l’invincibile Vasco
Anche se la grandeur dell’Expresso da Vitória – la squadra che nel 1948 si era aggiudicata la prima, sperimentale edizione della Copa Libertadores. e che due anni dopo avrebbe fornito l’ossatura alla Seleção protagonista del Maracanazo – era ormai sbiadita, il Vasco da Gama risultava comunque formazione temibile e...
La mort m’attendra: prodigi e peripezie di un campione al tempo di Mobutu
Grazie al suo exploit, nove reti in sei gare, ogni calciatore di quello Zaire principe d’Africa aveva ricevuto come premio una vettura ed un appartamento nel cuore di Salongo, quartiere esclusivo della capitale. Quel cleptocrate e nepotista ch’era Mobutu, abacost e tradizionale toque di leopardo sul capo, nel 1971,...
Il Maracanazo del Camerun
Ottenuta l’assegnazione dell’ottava edizione della Coppa d’Africa, il Camerun sa di avere addosso gli occhi del Continente Nero e, come logico, non ha nessuna voglia di farsi trovare impreparato. La gente è in fermento. Vengono appesi striscioni di benvenuto, si stampano riviste a tema e i negozi fanno a...
N’Kono e la magia nera
Dopo aver appeso i guantoni al chiodo, alla Coppa d’Africa del 2002 il leggendario Thomas N’Kono, considerato il portiere africano più forte di tutte le epoche e idolo del giovane Gigi Buffon, è inquadrato nello staff del Camerun come preparatore dei portieri: l’allenatore è l’occhialuto santone tedesco Winfried Schäfer....
As featured on NewsNow: Calcio news