In virtù della pausa per le nazionali, questa settimana “Italiani all’Estero” vi offre una panoramica sui nostri connazionali che militano nei campionati europei “minori” e in quelli extraeuropei. Andiamo a scoprire insieme dove giocano e come si stanno comportando in questa stagione.

CAMPIONATI EUROPEI

Portabandiera del nostro calcio da ormai cinque lunghi anni nella fredda Russia, Domenico Criscito è alla sua sesta stagione con la maglia dello Zenith San Pietroburgo, club con il quale ha raggiunto il traguardo delle 177 presenze. Quest’annata, finora, è la più prolifica per l’ex Genoa e Juve che ha già siglato 4 reti in 12 incontri, confermandosi imprescindibile anche nello scacchiere di Lucescu. In Russia, attualmente, militano anche Salvatore Bocchetti e Cristian Pasquato, con il primo (in Premier Liga dal 2010) che è tornato allo Spartak Mosca dopo i sei mesi deludenti in prestito al Milan nel 2016 ed ha già collezionato 13 presenze e 1 gol;  il secondo invece, dopo un eterno girovagare fra Serie B e Serie A sempre in prestito dalla Juventus, quest’estate ha accettato l’offerta del Krylya Sovetov con cui ha disputato 9 partite senza riuscire ancora ad andare in gol.

Spostandoci più a sud, la flotta italiana è sensibilmente aumentata anche in Grecia. Nel Panathinaikos di Andrea Stramaccioni, giocano attualmente Cristian Ledesma e Giandomenico Mesto: l’ex capitano della Lazio ha finora messo insieme 4 gol e 2 assist in 12 incontri, mentre il terzino 3 assist in 13 gettoni. Tra le fila dei cugini dell’Olympiakos c’è invece Nicola Leali, che però in questo inizio di stagione ha giocato prevalentemente in Europa League (4 presenze), chiuso da Stefanos Kapino in campionato. Un altro portiere che però trova ancora meno spazio in terra ellenica è Antonio Donnarumma, fratello maggiore di “Gigio”, che veste la casacca dell’Asteras Tripolis e con cui è sceso in campo solo 3 volte.

Attraversando l’Egeo andiamo a trovare Stefano Napoleoni e Davide Petrucci, impegnati attualmente nella Super Lig Turca: il primo, attaccante 30enne nato a Roma, è partito giovanissimo dall’Italia (dopo le giovanili nel Tor di Quinto) in direzione Polonia accasandosi allo Widzew Lodz; in seguito una lunga esperienza in Grecia tra Levadiakos e Atromitos per poi approdare nel febbraio scorso all’Instabul Basaksehir, vera rivelazione del campionato. Per lui 2 gol in 4 presenze finora. Stesso destino per Petrucci, centrale difensivo entrato a far parte delle giovanili del Manchester United nel 2008: da lì un’interminabile serie di prestiti in Inghilterra e Belgio per poi essere acquistato dal Cluj nel 2014. Da quest’estate fa parte del Rizespor con cui ha collezionato un bottino di 8 presenze.

Risalendo la costa slava non incontriamo molti compatrioti, eccezion fatta per una piccola colonia in Romania (Ceccarelli, Figliomeni, Romeo e Piccioni), così ci spostiamo in Belgio dove a rappresentare il Bel Paese sono due giovani di scuola Juventus: Luca Marrone, in forza allo Zulte Waregem con cui ha giocato 7 partite, e Eric Lanini, attaccante del Westerlo che non ha ancora trovato la via del gol nelle 4 occasioni concesse. Nessuna rappresentanza in Eredivisie e nei campionati scandinavi, perciò concluderemo il nostro tour europeo con la Scottish Premiership. Quello di Massimo Donati è un ritorno nel Regno Unito dopo i due anni trascorsi al Celtic tra il 2007 e il 2009: il 35enne ha finora messo insieme 13 presenze e 2 gol nella sua nuova avventura all’Hamilton Academy. Proprio tra le fila del Celtic, invece, milita Leonardo Fasan, portiere classe ’94 scuola Udinese, trasferitosi in Scozia nel 2010 che però non ha ancora esordito con i biancoverdi.

 

CAMPIONATI EXTRAEUROPEI

Oltrepassando i confini del Vecchio Continente possiamo notare come siano svariati gli italiani che si sono trasferiti nei campionati in rampa di lancio come quello statunitense, indiano o cinese.

La MLS, soprattutto, sta avendo una crescita sempre più costante e il campionato comincia ad essere appetitoso anche per giocatori non ancora al tramonto delle loro carriere: ne è un esempio lampante Sebastian Giovinco che, nel febbraio 2015, ha accettato l’offerta del Toronto e, a suon di gol e prestazioni esaltanti, si è imposto come una delle stelle indiscusse del campionato. Nella stagione corrente è arrivato a quota 22 gol e 14 assist in 34 apparizioni, per un totale di 44 gol e 32 assist in 69 partite totali con la squadra canadese; sicuramente il livello della competizione non è eccezionale ma il talento dell’ex-Juventus non si discute. Nel campionato americano è approdato anche Andrea Pirlo nell’estate del 2015, nonostante le tante offerte dei maggiori club europei: 1 gol e 6 assist in 32 gettoni con il New York City per uno che con il pallone tra i piedi ha ancora tanto da offrire. Importante anche l’apporto di Matteo Mancosu e Marco Donadel alla causa del Montreal Impact: l’attaccante ha siglato 6 reti in 18 presenze,  il centrocampista è sceso in campo 24 volte. Nel febbraio di quest’anno anche Antonio Nocerino si è accasato negli States lasciando il Milan per vestire la maglia dell’Orlando (25 presenze), mentre Paolo Tornaghi, di professione portiere, è nella Major League fin dal 2012 quando firmò per il Chicago. Due anni fa è passato ai Vancouver Whitecaps, di cui ha difeso la porta in 13 occasioni.

Nell’emergente campionato indiano la truppa italiana è tutta concentrata nel Chennaiyin FC, sulla cui panchina siede niente di meno che Marco Materazzi. Davide Succi, ex Cesena e Palermo, è il centravanti titolare con 2 gol segnati in 9 presenze, mentre alle sue spalle agiscono Manuele Blasi e Maurizio Peluso. Menzione speciale per un altro eroe del Mondiale 2006, Gianluca Zambrotta attuale tecnico di Delhi Dynamos.

Chiudiamo il nostro giro del mondo con uno sguardo sulla Cina, dove recentemente è stato nominato commissario tecnico della nazionale maggiore Marcello Lippi. Nella sessione estiva di mercato ha fatto molto scalpore la cifra monstre offerta a Graziano Pellè (circa 20 milioni all’anno) per accasarsi allo Shiandong Luneng: l’attaccante non ci ha pensato molto su e, fatti i bagagli, è volato verso l’Estremo Oriente per prendere in mano l’attacco dei biancorossi. 5 gol in 13 presenze è il suo attuale score ma non ci stupiremmo se venisse migliorato. In conclusione ricordiamo anche l’avventura di Fabio Cannavaro sulla panchina del Tianjin Quanjin.



As featured on NewsNow: Calcio news