Nuovo appuntamento con la rubrica “Italiani all’Estero” che ogni settimana vi propone l’analisi delle prestazioni dei nostri connazionali impegnati nei maggiori campionati europei.

PREMIER LEAGUE

Giornata da incorniciare per Stefano Okaka che trascina il suo Watford con una doppietta nel successo 3-2 sull’Everton. La prima rete la sigla di tacco, su preciso assist di Amrabat dalla destra, mentre la seconda vale il 3-1 ed è un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo: non c’era modo migliore per segnare i primi gol con la nuova maglia. Buona la prestazione anche di Darmian nell’1-0 con cui il Manchester United regola il Tottenham: il terzino non sfigura nè in difesa nè in attacco, rimanendo in campo per tutti i 90′.  Un altro pareggio per il West Ham che frena sul 2-2 il Liverpool e rimane pericolosamente invischiati nei bassifondi della graduatoria. Prova ordinata di Ogbonna che riscatta almeno in parte la brutta partita contro l’Arsenal, mentre Simone Zaza rimane fuori dai convocati e si fanno sempre più insistenti le voci che lo vorrebbero lontano da Londra già a gennaio.

Buone notizie anche a Sunderland, non tanto per la secca sconfitta 3-0 contro lo Swansea, ma per quanto riguarda il ritorno in panchina di Fabio Borini, lontano dai campi da almeno due mesi.

LA LIGA

Torna a vincere il Villareal dopo tre partite a secco e lo fa in grande stile, battendo l’Atletico Madrid con un perentorio 3-0. Tra i migliori in campo per la squadra di Escribà anche Roberto Soriano, autore del suo quarto gol in campionato, mentre Nicola Sansone non brilla particolarmente. La sontuosa tripletta di Iborra nella ripresa permette al Siviglia di superare anche il Celta Vigo e attestarsi al terzo posto con 30 punti: 7 in pagella per Vazquez, sempre nel vivo delle azioni offensive dei suoi e costante spina nel fianco della retroguardia avversaria. Berizzo non concede nemmeno un minuto a Giuseppe Rossi.

Successo anche per il Betis che batte di misura (1-0) l’Athletic Bilbao: discreta la prova di Cristiano Piccini, schierato questa volta nell’insolito ruolo di mezz’ala di centrocampo. Nuova panchina per Sirigu, mentre non convocati Brignoli, Bonera e Cerci.

LIGUE 1

Finisce in parità il big match tra Paris Saint-Germain e Nizza al Parco dei Principi. Al doppio vantaggio dei rossoneri firmato Cyprien e Plea, risponde Cavani con un doppietta nella ripresa e permette di lasciare invariate le distanze tra i due club. Buona la prova di Marco Verratti, che inizia l’azione del primo gol, e Thiago Motta in mezzo al campo; dall’altra parte Mario Balotelli entra solo nell’ultimo quarto d’ora, in tempo per prendersi un ammonizione.

Continua a volare invece il Monaco di Falcao che schianta 4-0 anche il Bordeaux e riduce a una lunghezza la distanza dal Nizza capolista. Raggi e De Sanctis osservano dalla panchina.

BUNDESLIGA

Il Friburgo ritrova la vittoria dopo quattro partite battendo 1-0 il Darmstadt; senza infamia e senza lode la prova di Grifo, arrivato alla sedicesima presenza stagionale. Ordinaria amministrazione anche per Giulio Donati nella sconfitta del suo Mainz contro il Monchengladbach: 70% di passaggi completati e 3 duelli aerei vinti per il terzino scuola Inter. Tonfo rovinoso del Wolfsburg, ormai lontano parente di quello che lottava ai vertici fino all’anno scorso, che perde 5-0 in casa del Bayern Monaco e rimane a quota 10 punti dopo 14 partite. Anonima la gara di Daniel Caligiuri, che pur ci prova con qualche conclusione senza però sortire alcun effetto.



As featured on NewsNow: Calcio news