La storia che stiamo per raccontarvi oggi nella tredicesima puntata della rubrica 2017: Odissea nel calcio moderno, l’approfondimento targato Calcio Estero News sui calciatori italiani all’estero, riguarda un giocatore ancora giovane, probabilmente nel pieno della propria maturità sportiva visto che compirà tra qualche giorno ventisette anni, ma che non è mai riuscito ad affermarsi definitivamente e, anzi, è stato costretto più volte a ricominciare da zero per cercare nuova fortuna. Il suo nome è Fausto Rossi, trequartista tutta classe e fantasia che ha fatto per diversi anni la spola tra Serie B e Liga spagnola e attualmente sta facendo divertire il CSU Craiova del tecnico italiano Devis Mangia, un altro che in patria ha trovato veramente poca fortuna.

Nato a Torino, Fausto Rossi ha iniziato la propria carriera nell’Orione Vallette, squadra di quartiere della città all’ombra della Mole Antonelliana. Sin da giovanissimo, la Juventus puntò i propri riflettori su di lui e lo acquistò, inserendolo nelle proprie squadre under. E’ già nell’autunno del 2008 che, vista la profonda crisi di risultati della squadra bianconera, si ipotizzò un suo rapido inserimento in prima squadra, anche se poi non andò esattamente così. Tra il 2009 ed il 2010 Rossi vinse due tornei di Viareggio con la primavera del club di Andrea Agnelli, disputando entrambe le manifestazioni da capitano della squadra.

Nel 2010 Fausto Rossi iniziò la sua lunghissima gavetta nelle serie inferiori italiane, prima passando in prestito al Vicenza, poi al Brescia, dove il 24 marzo 2012 realizzò la sua prima doppietta tra i professionisti nella sfida contro il Grosseto vinta per due a uno dalle Rondinelle. Il 28 agosto 2013 la sua carriera prese una svolta improvvisa: tornato alla Juventus, dove fece in tempo a guardare dalla panchina la finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio, senza però scendere in campo, venne girato di nuovo in prestito al Real Valladolid, squadra allora militante in Primera Division. La sua prima rete in Spagna arrivò solamente a marzo ma fu pesantissima: siglando l’uno a zero, che poi risultò definitivo, nella gara casalinga contro il Barcellona, permise ai suoi di ottenere tre punti insperati contro i blaugrana, balzando agli onori della cronaca internazionale.

Dopo aver lasciato la Spagna, non prima di aver collezionato ventiquattro presenze con la maglia del Cordoba, Rossi fece ritorno in Italia, passando, ancora una volta in prestito, alla Pro Vercelli, militante nel campionato di Serie B. L’esperienza in Piemonte durò poco e il nove gennaio scorso si trasferì in Sicilia, dove firmò un contratto di sei mesi con il Trapani. Con i granata scese in campo solamente in otto occasioni e a fine stagione venne svincolato.

Il 12 luglio scorso Fausto Rossi ha chiuso di nuovo la propria valigia e si è trasferito in Romania, dove attualmente sta disputando la prima divisione con il Craiova. Solamente quindici giorni dopo la firma del contratto con il suo nuovo club, ha fatto il suo esordio ufficiale nelle competizioni UEFA, disputando il match di andata dei preliminari di Europa League contro il Milan di Vincenzo Montella. Il valore di mercato del regista offensivo attualmente si aggira sui cinquecentomila euro, in vistoso calo rispetto ai tre milioni stimati al momento del suo passaggio al Cordoba quattro anni fa. Durante il corso di questa stagione ha disputato poco meno di trecento minuti in campo con il CSU Craiova, collezionando sette presenze distribuite in favore del campionato nazionale, in cui è sceso in campo in cinque occasioni, oltre che nei preliminari di Europa League, in cui ha disputato centoventi minuti tra andata e ritorno nella doppia sfida contro il Milan.

La rassegna sui calciatori all’estero online su Calcio Estero News per questa settimana chiude i battenti: giovedì sarà la volta di un nuovo presidente, uno di quelli con un patrimonio così importante da finire nelle classifiche di Forbes, così come piacciono a noi che vogliamo raccontarvene il modello di business dentro e fuori dal campo. Chi sarà il prossimo? Appuntamento a giovedì!



As featured on NewsNow: Calcio news