La “J.League”, la massima serie giapponese, sta pensando seriamente di cambiare l’organizzazione del campionato a partire dalla prossima stagione. Gli organi calcistici giapponesi stanno concretamente valutando la possibilità di abbandonare l’attuale formula basata su due stage (“Apertura” e “Clausura” sudamericana per intenderci) e ritornare alla vecchia formula con gare di andata e ritorno. Il nuovo sistema, introdotto soltanto nel 2014, prevede anche dei playoff finali per decretare il campione nazionale ed i vari piazzamenti che danno l’accesso alle competizioni continentali.

La J.League aveva introdotto questo nuovo formato con la speranza di aumentare la visibilità del calcio giapponese in giro per il Mondo e, di conseguenza, per incrementare i ricavi provenienti dalla vendita dei diritti televisivi.