L’Al Jazira si presenta alla finale della Presidents Cup dopo un cammino importante e sorprendente: in semifinale è arrivata la vittoria per 3-2 sull’Al Alhi, fresco vincitore del campionato. Dopo essere stati sotto per 0-2, i capitolini sono riusciti a rimontare grazie alla tripletta del 26enne Mabkhout. Ancora più impressionante è stata la vittoria nei quarti di finale, arrivata dopo i calci di rigore, contro il Sharjah: sotto per 2-0 fino al 79′, Vucinic e compagni sono riusciti a pareggiare grazie alla doppietta di Thiago Neves. Nei supplementari sono finiti sotto per 4-2, ma Bargash e Ramos hanno confezionato i due gol che hanno portato la partita alla lotteria dei rigori, vinta poi per 6-5.

“Per noi, la finale è un dono”, ha commentato Ten Cate, “nessuno, incluso me, si aspettava di vederci così lontano. A gennaio eravamo morti e sepolti, ora possiamo fare qualcosa per salvare la stagione”. Proprio per come è andata la stagione, l’olandese crede che la pressione sarà tutta sugli avversari: “per loro è una situazione do or die, devono vincere e noi speriamo di trarre vantaggio da tutto ciò”. ” I ragazzi credono in loro stessi”, ha continuato l’allenatore dell’Al Jazira, “la vittoria contro lo Sharjah ci ha dato una spinta emotiva incredibile che poi si è vista contro l’Al Ahli. Non c’è pressione su di noi e, in questo finale di stagione, stiamo esprimendo un ottimo calcio, il che ci fa essere fiduciosi per la finale. Tuttavia, dobbiamo essere bravi a non trasformare questa fiducia in arroganza: siamo consapevoli della forza del nostro avversario, così come lo siamo della nostra. Voglio che i miei giocatori”, ha concluso, “si divertano e si godano la finale, perchè se la sono meritata”.

Durante la conferenza stampa allo Zayed Sport City, il tecnico ha poi scherzato riguardo le bottigliette d’acqua ricevute dagli avversari, definendole una dichiarazione di guerra. Ha terminato la conferenza stampa riempiendo a metà il bicchiere, spiegando come lui e la sua squadra lo vedano mezzo pieno e non mezzo vuoto: “guardiamo sempre al lato positivo delle cose”, ha detto, “questa stagione ci ha portato fino a qui anche con giocatori molto giovani, che devono migliorare ma hanno dimostrato il proprio valore”.



As featured on NewsNow: Calcio news