di Simone Moscufo.

I Los Angeles Galaxy hanno confermato sul sito ufficiale del club che Steven Gerrard non ritornerà per la prossima stagione di Mls. Finisce così l’avventura americana del centrocampista inglese, che ha giocato gli ultimi 18 mesi nei Galaxy dopo aver lasciato il suo Liverpool. In realtà la società sperava in un suo rinnovo contrattuale e in una sua permanenza in California almeno per un’altra stagione, ma Gerrard, dopo l’eliminazione dai playoff, ha deciso di tornare a casa. In totale l’ex capitano dell’Inghilterra ha collezionato 34 presenze, 5 gol e 14 assist. Numeri che confermano la straordinaria classe di questo giocatore, che ha deciso di mettersi in gioco in un campionato in evoluzione e in crescita come quello americano. L’inglese ha voluto comunque separarsi dal club e dai tifosi in maniera affettuosa, rilasciando una lettera dedicata in particolare a quest’ultimi: “Nel corso dell’ultimo anno e mezzo, è stato un privilegio rappresentare il LA Galaxy e giocare di fronte a grandi appassionati di questo club. Quando ho lasciato Liverpool, sono venuto a Los Angeles con l’obiettivo di aiutare il Galaxy a sollevare un’altra MLS Cup. Sono molto deluso di non esserci riuscito, ma guardandomi dietro posso dirmi orgoglioso di quello che abbiamo compiuto, tra cui le due apparizioni nei play-off e gli innumerevoli momenti memorabili in campo”.

“Ho amato ogni minuto del mio tempo negli Stati Uniti, sono entusiasta di vedere questo campionato e questo club crescere”.

Per uno che ha giocato l’intera carriera a Liverpool, è stata un’esperienza incredibile quella di venire a giocare a Los Angeles per i Galaxy. Voglio ringraziare per tutto questo Mr. Anschutz, Dan Beckerman, Chris Klein e Bruce Arena che lo hanno reso possibile. Voglio anche dire grazie ai miei compagni di squadra, lo staff tecnico e ogni tifoso per il loro supporto da quando sono arrivato in questa famiglia. Ai tifosi dello StubHub Center, è stato un onore giocare davanti a voi. Dal mio debutto contro San Jose all’ultima partita contro i Colorado Rapids, mi avete sempre mostrato un supporto incredibile e non lo dimenticherò mai. Continuerò a tifare i Los Angeles Galaxy e spero di rivedervi presto qui a Los Angeles”.

Questa città avrà sempre un posto speciale nel mio cuore. Ora che parto, voglio ringraziare tutti colore che fanno parte di questo club per aver reso il mio tempo passato qui qualcosa di indimenticabile per me e per la mia famiglia.

Grazie e forza Galaxy! Steven Gerrard”.

Dopo questo addio caloroso e al tempo stesso clamoroso, iniziano a diffondersi le prime domande riguardo il futuro del giocatore; diverse ipotesi circolano: un suo ritorno a Liverpool in un ruolo tecnico, una riunione con il suo ex manager ai tempi dei Reds Brendan Rodgers al Celtic, tanto che l’attuale attaccante del club scozzese Scott Sinclair vorrebbe fortemente Gerrard nel club soprattutto perché possa essere d’insegnamento ai giovani. Ma ancora non sembra aver preso una decisione definitiva in questo momento: “Voglio passare un po’ di tempo con la mia famiglia, tornerò a vivere in Inghilterra e poi penserò al passo successivo della mia carriera. Questa non è la fine del mio rapporto con il calcio, devo considerare tante cose, il tutto verrà chiarito nei prossimi mesi. Ho delle opzioni che potrebbero portarmi a lavorare ancora dentro o anche fuori dal campo di gioco. Avrò a cui pensare durante le prossime settimane”.

Bruce Arena, allenatore dei Galaxy, ha reso omaggio a ciò che Gerrard ha fatto nel club: “Siamo stati onorati di avere con noi un giocatore e una persona del calibro di Gerrard nelle ultime due stagioni. La sua esperienza, la classe e la leadership ha fatto di lui un valido membro di questa squadra sia dentro che fuori dal campo. Mi ricorderò sempre il suo ultimo tiro per il Galaxy quando ha sfondato la porta nel calcio di rigore contro Tim Howard”. Ha poi continuato: “Ringraziamo Steven per il suo tempo passato qui e per ciò che fatto in questo club, gli auguriamo il meglio per il futuro. E ‘uno dei giocatori più rappresentativi di tutti i tempi e sarà sempre una parte della famiglia LA Galaxy.”

Parole speciali, per un uomo e un giocatore speciale.



As featured on NewsNow: Calcio news