Stanotte Veracruz e Queretaro taglieranno simbolicamente il nastro del Clausura 2017. Nel frattempo, in queste due settimane di cesura tra un semestre e l’altro, le principali formazioni messicane non sono state a guardare e si sono fiondate a capofitto sul mercato, rintuzzando qua e là il proprio plantel: alcuni rivoluzionandolo, cambiando totalmente pelle, altri limitandosi a qualche innesto mirato. Tutti, però, si sono fatti guidare dalla parsimonia, senza cedere alla tentazione della spesa folle.

Anche se la luce rossa ai trasferimenti interni alla Liga Bancomer è arrivata lo scorso 29 Dicembre con la chiusura delle liste (proroga alle finaste compresa), la giostra del mercato messicano continuerà a tenere banco almeno sino al 30 di Gennaio: in quella data, infatti, è stata fissata la deadline per i movimenti dall’estero.

Somatizzata a fatica la delusione della finale persa ai supplementari col Tigres, in questa finestra di mercato il Club America ha salutato due delle figure più iconiche e carismatiche degli ultimi anni. Il pantagruelico Moisés Alberto Muñoz , “el arquero del milagro” dell’indimenticabile Clausura 2013, si è accasato al Chiapas. Il suo sostituto, il promettente portiere del Santos Laguna, ed ex Lanus, Agustín Federico Marchesín, era stato già prenotato da tempo: sempre In una lungimirante ottica di ringiovanimento della rosa, spicca l’arrivo di Christian Paredes, gioiellino paraguagio del Sol de America, che però fino a metà Febbraio sarà impegnato con la sua nazionale al Sub20 in Ecuador.

A quello di “Moy” è seguito l’addio di Rubens Sambueza. L’argentino naturalizzato messicano è stato il regalo che il Toluca, vera regina degli affari di questa sessione, si è voluto fare per celebrare al meglio l’anno in cui cade il proprio Centenario: insieme a Sambu, nome di grido ideale per un’operazione di questo genere, vestiranno il rosso “escarlatas” anche “El DemonioGabriel Hauche, sbarcato in prestito dal Tijuana, e il “ChispaVelarde, infaticabile motorino di fascia di proprietà del Monterrey, ma che nell’ultima temporada ha arato la “cancha” al servizio del Leon.

Molto attivo anche il Cruz Azul che, dopo aver dato il benvenuto al nuovo timoniere, lo spagnolo Paco Jemez, ha parecchio innalzato il tasso tecnico del plantel ingaggiando Angel Mena dall’Emelec, e offrendo un contratto alla meteora cagliaritana Gabriel Peñalba: per strappare il “Mago” al Veracruz “los Cementeros” hanno dovuto scucire 1,2 milioni di dollari. Hanno fatto le valigie, invece, Aldo Leao Ramirez, destinazione Chiapas, e Jonathan Cristaldo, l’uomo sul quale il Monterrey ha deciso di puntare per risorgere dalle ceneri di un Apertura 2016 a dir poco fallimentare.

Altri movimenti gustosi sparsi:

✔ Julio Furch e Osvaldo Martinez al Santos Laguna che, tra le altre cose, si è mostrato magnanimo, offrendo una chance di rilancio a Jonathan Orozco del Monterrey.

✔ “El Chavo” Matias Alustiza e Fidel Martinez, cavalli di razza strappati a Puebla e UNAM, e gettati nel motore di un Atlas protagonista di un mercato d’assalto: los Zorros stanno allestendo un roster decisamente stuzzicante e si candidano a recitare un ruolo discretamente importante in questo torneo di Clausura.

✔ Gabriel Achilier, erculeo centrale ecuatoriano dell’Emelec, individuato dal Monarcas Morelia come puntello ideale per la propria difesa. Una curiosità che farà piacere alle donne michoacáne: nel 2014 Achilier è stato inserito dalla rivista “Cosmopolitan” nella classifica dei trentadue giocatori più sexy del Mondiale.



As featured on NewsNow: Calcio news