Quelli della Under Armour sono venuti meno ai patti. Ad affermarlo con una certa indignazione è Ricardo Lobos, ministro delle finanze del Colo Colo. Oggetto del contendere è il contratto del “MagoValdivia, il figliol prodigo tornato ad incantare il Monumental: il celebre brand statunitense d’abbigliamento si era, infatti, impegnato a corrispondere una parte sostanziosa degli emolumenti richiesti dal Mago. Adesso, però, sembrano essersi rimangiati incredibilmente la parola. E il Colo Colo, che nel frattempo ha sborsato di tasca propria tutti i 100.000 dollari mensili percepiti da Valdivia, ha legittimamente perso la pazienza e minaccia azioni legali.