All’Estadio Mineirão di Belo Horizonte va in scena il ritorno dei quarti di finale di Libertadores tra Atletico Mineiro e Sao Paulo.

L’andata era finita 1 a 0 per il Sao Paulo, con gol di Bastos nel finale. Le scelte dei due tecnici sono quelle annunciate, Bauza conferma gli 11 dell’andata, mentre Aguirre deve fare a meno di Robinho e Urso Junior, entrambi infortunati; al loro posto lancia Cazares e Carvalho dal primo minuto. L’Atletico parte a mille e dopo 7 minuti è già avanti: azione sulla destra di Marcos Rocha che scambia con Pratto e arriva al tiro al volo, respinto da Denis nei piedi di Cazares, che nella ribattuta insacca il gol del’1 a 0. L’Atletico è partito benissimo, passano meno di 5 minuti e arriva anche il 2 a 0: cross splendido dalla trequarti di Dougals Santos che trova Carvalho nell’area piccola, il quale deve solo appoggiare di testa il raddoppio che porterebbe l’Atletico in semifinale. Ma alla prima azione offensiva il Sao Paulo accorcia le distanze: da calcio d’angolo Maicon anticipa tutti con un colpo di testa vincente. 2 a 1, dunque: con questo risultato passerebbe il Sao Paulo per la regola dei gol fuori casa. L’Atletico non si da per vinto e continua a spingere, trovando un palo con Leonardo Silva in mischia.

La gara è un monologo della squadra di Belo Horizonte, con gli ospiti che si difendono compatti e quando recuperano palla cercano il più possibile di tenere il possesso. Ma l’Atletico fatica a creare altre occasioni importanti: ci riprova Cazares con qualche soluzione dalla distanza, ma senza fortuna. Il Sao Paulo va vicinissimo al pareggio ancora su palla inattiva e ancora con un difensore ma Rodrigo Caio trova il palo con un colpo di testa in tuffo su cross di Ganso. Pratto e Patric, la coppia d’attacco del “Galo“, fanno una prestazione molto deludente, mentre dall’altra parte Calleri fa una gara superba di lotta da solo contro la difesa avversaria, ed è la dimostrazione che non è solo un attaccante dalle enormi qualità tecniche ma anche dalle qualità importanti fisiche e mentali.

La partita finisce con il risultato di 2 a 1, in semifinale ci va il Sao Paulo. Nel complesso forse meritava qualcosa in più l’Atletico, che dopo la deludente gara d’andata ha giocato una bella partita al ritorno inceppando in una serata no dei suoi attaccanti, ma comunque aggredendo fino al 95′. Il Tricolor passa grazie a due gol da palla inattiva e a una difesa solida in grado di concedere poco agli avversari. Gli uomini di Bauza attendono ora la vincente di Atletico Nacional – Rosario Central. La squadra di Aguirre esce invece a testa altissima.

 



As featured on NewsNow: Calcio news