La seconda semifinale della libertadores si gioca tra l’Independiente Del Valle, sorpresa del torneo, e il Boca Juniors di Tevez e Schelotto. Una partita che potrebbe essere disegnata come la sfida tra la piccola e sfacciata squadra ecuadoriana e il club sudamericano più titolato, il duello tra una squadra che non ha mai vinto niente a livello internazionale, e una con il peso della storia dalla sua.

Si gioca all’Estadio Ruminahui di Sangolquí, in altura. C’è ovviamente il tutto esaurito e il pubblico delle grandi occasioni. Repetto manda in campo la squadra titolare con il tridente giovanissimo e temibile Cabezas-Sornoza-Angulo, mentre Schelotto lancia i nuovi acquisti Zuqui in mezzo al campo e Benedetto al fianco dell’Apache Carlitos Tevez. La partita inizia senza grande ritmo e con le squadre in fase di studio. Alla prima vera azione, la gara si sblocca: uno-due tra Perez e Zuqui, l’ex giocatore del Godoy Cruz libera per il tiro il numero 8, che da posizione favorevole incrocia sul palo lungo e insacca l’1 a 0 per il Boca. La squadra di casa fatica a trovare la reazione che ci si aspetterebbe, anche perchè il Boca è ben messo in campo e concede poco. L’occasione nitida per l’Independiente arriva al 35′ quando Cabezas supera in velocità Jara, e mette in mezzo una palla interessante, Angulo fa il velo per Sornoza che da posizione invitante calcia sul fondo. La prima frazione si chiude dunque con gli Xeneizes in vantaggio per 1 a 0.

Nella ripresa la squadra di casa alza ritmo e baricentro, con il terzino destro Nunez altissimo, e non a caso, dalla sua parte, giungono le occasioni più importanti. Al 13′ su un cross di rabona dalla fascia destra dell’uruguagio arriva la prima occasione con Angulo che appoggia di petto per l’accorrente Sornoza, il quale però calcia sul fondo. Il gol è nell’aria. E dopo meno di 5 minuti sempre Nunez con un cross dalla trequarti trova Cabezas, sul secondo palo, che stoppa la palla con il mancino e con un destro a girare sul secondo palo infila Orion. Pareggio meritato per gli ecuadoriani. 1 a 1. Schelotto corre ai ripari e inserisce Chaves al posto di un evanescente Benedetto, per dare più velocità e tecnica alle ripartenza del Boca. Al 25′ gli ospiti vanno vicinissimi al vantaggio. Su un lancio lungo Tevez si trova contro i due centrali, stoppa la palla e punta la porta ma il suo tiro dal limite finisce a fin di palo. Al 30′ Rizotto serve in verticale Angulo che in un fazzoletto si gira e con uno stop a seguire supera agevolmente la difesa ospite e a tu per tu con il portiere lo infila sul palo lungo. Gol straordinario del centravanti ecuadoriano classe ’95 che porta l’Independiente avanti 2 a 1. Il Boca va vicino al 2 a 2 prima con un tiro di Chaves dal limite parato bene da Azcona, poi con un tiro alto di Lodeiro dopo una bella azione di Fabra, e infine con Betancur in mischia all’ultimo secondo, ma nulla da fare. L’independiente vince 2 a 1.

Gli ecuadoriani dimostrano di non essere tra le prime 4 del continente per caso, ma per merito. La squadra di Buenos Aires invece ha rallentato eccessivamente dopo l’1 a 0, poteva fare di più, nonostante le occasioni nitide per il secondo gol avute nella ripresa. Rimane tutto aperto il ritorno di settimana prossima alla Bombonera.

 



As featured on NewsNow: Calcio news