POCO SPETTACOLO, MA TANTE SCINTILLE IN AVVIO – In linea con il derby brasiliano di ieri, la partita dell’Estadio Gran Parque Central di Montevideo regala uno spettacolo esteticamente rivedibile, ma mette in mostra la solidità dei due team impegnati in questo ruvido quarto di finale sulle sponde del Rio de la Plata. Nacional e Boca infatti si studiano a lungo, e combattono per buona parte della prima frazione a centrocampo. La scossa al match prova a darla l’ex Porto Jorge Fucile, che attorno al ventesimo esplode una gran botta col destro da fuori area, senza però mettere in seria difficoltà il portiere degli Xeneizes Orion.

BRUTTE NOTIZIE PER I LOCALI – I padroni di casa faticano ad attivare le loro ripartenze letali, anche e soprattutto perchè il massimo referente offensivo dei Bolsos, el conejo Nico Lopez (ribattezzato ‘el diente’), è in pessime condizioni fisiche, e prima della fine del tempo di apertura è costretto a lasciare il campo, con il tecnico Munua che lo sostituisce con Tabo. Un duro colpo per i Tricolores non solo in ottica Libertadores, ma anche per il campionato nazionale, dove domenica è in programma il Clasico della capitale uruguagia (contro il Penarol), e l’ex Roma resterà probabilmente fermo ai box.

BOTTA E RISPOSTA NELLA RIPRESA – Con un Tevez meno incisivo di altre volte, impiegato da numero nove e paradossalmente più attivo in rifinitura che non in definizione, la strada alla truppa di Barros Schelotto la spiana il terzino colombiano Fabra dopo settanta minuti. L’ex Deportivo Calì, già a segno in questa Libertadores proprio contro la sua ex squadra, sfrutta l’assistenza strana di Chaves (con i due centrali uruguagi che si lasciano impallinare da una palla innocua), si incunea sulla sua fascia di pertinenza ed entrato in area esplode un mancino imprendibile per Esteban Conde. Il tifo Xeneize esplode sul tribune del Parque, ma l’ebrezza per il vantaggio dura poco. Il Nacional infatti reagisce subito, e ad un quarto d’ora dalla fine impatta sull’uno pari. Il merito è tutto del Papelito Fernandez, che sugli sviluppi di un corner, si inventa una demi-volèe altamente spettacolare, infilzando un incolpevole Orion.

SI DECIDE AL RITORNO – Pareggio nel complesso corretto per quanto visto sul terreno di gioco di Montevideo. Un risultato che lascia ampi margini di qualificazione per entrambe le compagini alle semifinali, con il Boca logicamente favorito, fosse anche solo per una questione matematica (pari con gol in trasferta). Appuntamento a Giovedì prossimo alla Bombonera, dove si deciderann le sorti di questo serratissimo doppio confronto.

 



As featured on NewsNow: Calcio news