Non ha intenzione di fermare la propria corsa l’Estudiantes di Nelson Vivas che, nel big match di domenica sera contro il San Lorenzo al “Nuevo Gasómetro”, si è imposto per 2-1, confermandosi stabilmente in testa alla classifica.

LA PARTITA- Sin dalle prime battute Estudiantes-San Lorenzo è stato un classico partido argentino: combattuto a centrocampo (l’arbitro è stato costretto infatti più volte a fischiare per cercare di mantenere la calma in campo), divertente in zona offensiva. La svolta arriva dopo soli 9′: Augusto Solari viene servito splendidamente in profondità e mette al centro per la zampata di Lucas Rodriguez che porta avanti la squadra di La Plata. La partita cambia radicalmente: adesso l’Estudiantes, forte del vantaggio, arretra di qualche metro e aspetta il possesso palla del San Lorenzo che però fatica molto a trovare gli spazi giusti per poter impensierire Losada. A cinque minuti dal termine del primo tempo però, Sebastiàn Blanco si inventa il gol del pari: stop di interno sinistro e destro a giro nell’angolo alto col destro. Pura magia argentina!

Nel secondo tempo il San Lorenzo cambia marcia mentre l’Estudiantes sembra aver perso la tranquillità e le certezze mostrate fino al goal del pareggio. La partita cambia nuovamente per i Ciclón quando al 54′ Franco Mussis confeziona una bruttissima entrata su Lucas Rodriguez beccandosi così il secondo giallo e dunque l’espulsione. Al 70esimo i ‘pincharratas’ vanno vicini al gol del 2-1 con un colpo di testa di Lucas Viatri su cui Torrico si supera mandando in calcio d’angolo.  Proprio sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Jonathan Schunke gira come può il pallone sul secondo palo dove arriva puntuale Israel Damonte che riporta avanti i suoi e consegna a Nelson Vivas una vittoria fondamentale. Proprio il mister Vivas è stato protagonista a fine gara di un simpatico siparietto parlando ai microfoni di Tyc Sports e rivelando come la vittoria sia arrivata non soltanto grazie all’impegno e alla bravura dei suoi ragazzi ma anche grazie a…WhatsApp! “Volevamo giocare in un certo modo, ma vista l’assenza del nostro attaccante Auzqui abbiamo deciso di cambiare. Venerdì sera ci siamo messi tutti a discutere di tattica e a scambiarci via Whatsapp i video della partita giocata col Palestino in Sudamericana dal San Lorenzo. In questo modo abbiamo studiato i loro movimenti. Ci siamo detti tra noi che se avessimo vinto così, preparando la partita via Whatsapp, sarebbe stata una cosa incredibile”.

Prima sconfitta, dunque, per la squadra del cuore di Papa Francesco.Il San Lorenzo scivola così al terzo posto, scavalcato dal Newell’s Old Boys, uscito vincitore dal “Gigante de Arroyito” di Rosario. L’Estudiantes, invece, continua a sognare quello che potrebbe essere il sesto titolo della sua storia.

di Ciro De Vito

 



As featured on NewsNow: Calcio news