La League Management Company (LMC), l’organismo che governa i vari livelli del calcio professionistico in Nigeria, ha firmato lo scorso martedì ad Abuja uno storico accordo della durata di 5 anni con la “Liga” spagnola. Una vera e propria partnership tra le massime serie del paese africano e di quello europeo. L’obiettivo finale è chiaramente quello di valorizzare la “Nigerian Premier League”, sia per ciò che concerne la qualità di squadre, rose, allenatori, ecc. che ne prendono parte, sia per quanto riguarda la visibilità mondiale del torneo stesso.

Questo importante progetto prevede tra le tante cose la possibilità per i tecnici ed i calciatori nigeriani di recarsi in Spagna per lavorare a stretto contatto con alcuni dei club più importanti della “Liga” ed aumentare così la loro esperienza ed il loro livello di preparazione; una vera e propria “scuola calcio” made in Spain.  L’LMC spera in questo modo di sfruttare la grande visibilità mondiale della “Liga” stessa per far si che anche la loro “Premier League” possa essere conosciuta sempre più a livello internazionale e possa magari attirare sempre più investitori dall’estero. La volontà dell’LMC è chiaramente anche quella di diffondere quanto più possibile la passione per il calcio nell’intera Nigeria, la Nazione più popolosa dell’Africa intera.

Tra i tanti dettagli di questo significativo accordo ce ne sono chiaramente anche alcuni che giocano a vantaggio della “Liga”: gli stessi club spagnoli potranno seguire più da vicino i giovani talenti nigeriani ed avere delle opzioni particolari su una futura acquisizione del loro cartellino. Si stabilirà dunque un vero e proprio filo  diretto non soltanto tra i due sistemi calcistici ma anche fra le varie società sportive delle due Nazioni.

Shehu Dikko, presidente del Consiglio d’Amministrazione dell’ LMC, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa, dicendosi chiaramente orgoglioso e fiducioso per questo importante progetto: “Siamo assolutamente estasiati da questo storico accordo raggiunto perché questo stravolgerà in positivo l’intero sistema calcistico nigeriano; e questo stravolgimento avverrà nel miglior modo possibile. Siamo dei privilegiati perché saremo i primi ad attuare questa speciale riforma che porterà la massima seria nigeriana ad un livello più avanzato”.

Dikko parla poi anche della “Liga”: “È una delle leghe mondiali più ricche ed affascinanti; il nostro obiettivo è quello di collaborare con i suoi club per rendere migliore anche il nostro campionato. Questa partnership farà si che i nostri allenatori ed i nostri calciatori potranno apprendere davvero tanto da loro”.

Sulla questione è intervenuto anche l’ambasciatore Spagnolo in Nigeria Alfonso Barnuevo Sebastián de Erice: “Le relazioni tra i due paesi esistono e sono molto consolidate già in diversi campi. Siamo orgogliosi che da oggi Spagna e Nigeria potranno rafforzare i valori di amicizia e rispetto che già da tempo le legano anche nell’ambito dello sport, in particolar modo in quello calcistico. La Spagna investe già tanto in questo paese: è infatti il suo terzo miglior cliente acquisendo, tra le altre cose, gas ed olio annualmente per una cifra complessiva pari a 4.5 bilioni di €.”

Grande soddisfazione, infine, anche per il ministro nigeriano dei Giovani e dello Sport Solomon Dalun: “Oggi abbiamo scritto una pagina storica per lo sport nigeriano. Questo accordo permetterà lo scambio tra i due paesi di visioni, idee ed esperienze che non saranno legate solo al mondo del calcio, ma della cultura in generale di Nigeria e Spagna. Questo dimostra che il sistema calcistico spagnolo crede vivamente nella Nigeria e questo per noi è motivo di grande orgoglio”.

Un vero e proprio investimento per il futuro quello fatto dalla Federazione Nigeriana che ha dimostrato di avere una grande voglia di emergere, di compiere quel definitivo passo in avanti di cui ha bisogno affinchè il suo sistema calcistico inizi ad essere conosciuto in tutto il mondo.

 

flag



As featured on NewsNow: Calcio news