Altra giornata ricca di match nel continente africano dove sono appena iniziate le qualificazioni alla prossima Coppa d’Africa. Sono ben 13 i gironi con ben 52 nazionali partecipanti. Ieri sono andate in scena 11 delle 22 gare in programma nel week-end  che hanno visto trionfare quasi tutte le nazionali più blasonate, come Algeria, Senegal e Nigeria.

Oggi , tra le big, era invece il turno di Ghana, Egitto e Camerun, ma il fascino delle qualificazioni alla Coppa d’Africa è anche dovuto alla partecipazione delle più sparute nazionali del continente. Vediamo allora nel dettaglio come sono andate le gare in questione dividendole in base ai loro raggruppamenti.

Gruppo A

Nel Gruppo A il Togo di Adebayor è obbligato a rispondere al roboante 8 a 1 rifilato dalla Tunisia a Gibuti. L’avversario è però una Liberia caparbia che chiude il primo tempo in vantaggio con la rete di Jebor. Nella ripresa i togolesi riescono a raggiungere un pari che sembra persistere fino alla fine, quando però Adebayor, allo scadere, decide di regalare 3 punti alla sua nazionale realizzando la rete del 2 a 1.

Gruppo B 

Nel gruppo B, dopo la vittoria dell’Angola sulla Repubblica centro-africana, la Repubblica democratica del Congo cerca di tenere il passo nella gara interna contro il modesto Madagascar. I congolesi faticano più del previsto ma dopo un primo tempo chiuso a reti inviolate nella ripresa riescono ad andare a segno per 2 volte rendendo vane le speranze della formazione isolana accese dopo il goal di Vombola a 10 minuti dal termine; 2 a 1 dunque il finale.

Gruppo C

Nel gruppo C dopo la vittoria del favorito Mali sul Sudan del sud  , la Guinea Equatoriale ospita il Benin con l’obiettivo di conquistare i 3 punti per tenere il passo di Keita e compagni. Il goal di Sessegnon allo scadere del primo tempo rovina però i piani della Guinea che pareggia i conti nella ripresa senza però riuscire a trovare il goal vittoria.

Gruppo D

Nessuna gara domenicale nel Gruppo D che ha visto svolgersi interamente ieri la prima giornata della qualificazione. Burkina Faso ed Uganda hanno vinto le rispettive gare interne con Comoros e Botswana, entrambi con il punteggio di 2 a 0.

Gruppo E

Nel gruppo E dopo il pari a  reti inviolate tra Zambia e Guinea-Bissau tocca alle due contendenti per il passaggio del turno sfidarsi. Il Congo ha il vantaggio di giocare in casa contro un Kenya in crescita che passa in vantaggio dopo 12 minuti di gioco con Were. Sempre nella prima frazione di gioco ,però, il centrocampista del Reims Onianguè trasforma il calcio di rigore che fissa il risultato in parità. Il punteggio resterà invariato ed ora nel Gruppo E tutte e 4 le nazionali sono appollaiate a quota 1.

Gruppo F

Analogamente al gruppo D anche il gruppo F non ha gare in programma la Domenica dato che il Marocco è sceso in campo venerdì contro la Libia vincendo per una rete a zero grazie al goal di Omar El Kaddouri mentre Capo Verde ha superato con un secco 7 a 1 la nazionale del piccolo stato indipendente Sao Tome e Principe.

Gruppo G

Nel Gruppo G è l’Egitto che deve esordire con una vittoria per dare un segnale alla Nigeria vincitrice, per 2 reti a 0 , sul Ciad. Gli egiziani con i goal di Ramy, Morsi e Salah liquidano una Tanzania in grado di resistere un solo tempo agli assedi dei padroni di casa.

Gruppo H

E’ sceso in campo alle 15.00 italiane anche il Gruppo H che ha visto il Rwanda vincere a sorpresa per 1 a 0 sul campo del Mozambico con la rete di Sugira. Alle 17:30 è stato invece il turno del Ghana che ospitava l’ultima squadra del girone, l’isolana Mauritius. Come da pronostico quella dei ghanesi è stata una passeggiata e gli ospiti sono tornati nell’Oceano Indiano dopo aver incassato ben 7 reti , realizzate da Atsu , A.Gyan (2) , J.Ayew (2), Schlupp ed Accam contro la sola rete di Sophie che ha fissato il punteggio sul 7 a 1.

Gruppo I

Nel Gruppo I  il Sudan ospita la Sierra Leone e rispetta le attese vincendo per una rete a zero grazie al calcio di rigore trasformato da Agab ad un quarto d’ora dalla fine. La quarta nazionale del gruppo sarebbe il Gabon, ma in quanto paese ospitante le gare di Aubameyang e compagni non contano ai fini di una qualificazione che spetta di diritto e dunque il girone è praticamente un gruppo a 3 con la Costa D’avorio.

Gruppo J

Ad aprire le danze alle ore 15 italiane è stato il Gruppo J  che l’Algeria ieri aveva inaugurato con una vittoria per 4 reti a 0 sulle Seicelle. Oggi sono scese in campo invece le altre due contendenti del girone, Etiopia e Lesotho. Gli etiopi, che avevano il vantaggio del fattore casalingo, sono andati sotto nel primo tempo per la rete realizzata a sorpresa da Motkwana ma nella ripresa sono riusciti a ribaltare il risultato con i goal di Panom e Said, attaccante del Lierse, rispettando così i pronostici.

Gruppo K

Nel gruppo K lo strafavorito Senegal aveva aperto ieri con una vittoria per 3 a 1 sul Burundi. Quest’oggi sono invece scese in campo Niger e Namibia con i primi che, sfruttando il fattore campo, sono riusciti ad ottenere i 3 punti grazie alla vittoria per una rete a zero.

Gruppo L 

Si è giocata tutta tra venerdì e sabato anche la prima giornate del Gruppo L, forse il meno blasonato dei 13 raggruppamenti. Qui Zimbabwe e Swaziland sono prime con 3 punti grazie alle vittorie, entrambe per 2 reti ad 1, con Malawi e Guinea.

Gruppo M

Impegno facile sulla carta anche per il Camerun, che apre le danze nel Gruppo N ospitando la Mauritania. I camerunensi, in realtà, faticano più del previsto contro la formazione dell’Africa Occidentale e riescono a conquistare i 3 punti solo grazie ad una rete di Aboubakar negli ultimi istanti di gioco. Non aveva fatto meglio però il Sud Africa, rivale del Camerun nel girone, che ieri non era andata oltre un deludente 0 a 0 con il Gambia.

 

 

 



As featured on NewsNow: Calcio news