AGGIORNAMENTO 25/09/2016: Mamelodi Sundowns e Zamalek in finale!

L’edizione 2016 della CAF Champions League non vedrà bissare il successo di chi ha vinto l’edizione precedente, come spesso accade. Questo lo si poteva capire già dalla fase gironi, dato che, se escludiamo l’Etif, nessuna squadra dell’anno passato è riuscita a superare la fase eliminatoria. Di contro, però, potrebbe giungere alla vittoria chi nella CAF è ormai di casa, ovvero lo Zamalek.

Delle 4 semifinaliste, infatti, lo Zamalek è l’unico ad aver alzato il trofeo ben 5 volte (l’ultima nel 2002), alle spalle del solo Al Ahly, capace di vincere addirittura in 8 occasioni. Le rimanenti squadre rappresentano sicuramente una sorpresa rispetto ad altre potenzialmente più forti, ma non per questo una novità assoluta. Lo Zesco è stato tra le prime a qualificarsi alla CAF Champions League; il Mamelodi, oltre a una finale raggiunta (e persa) nel 2001, detiene anche un record mondiale: la partita con lo scarto maggiore, 24 a 0 contro il Powerlines. Il Wydad, invece, la coppa è riuscita ad alzarla nel 1992, raggiungendo pure un secondo posto nel 2011.

Il percorso durante questa edizione non è stato facile per tutti. Basti pensare che club blasonati come Al Hilal, Cotonsport, Etoile Sahel e Mazembe sono stati eliminati già durante la fase ad eliminazione diretta. Delle 4 semifinaliste, se Zesco e Zamalek si sono qualificate più agevolmente, Mamelodi e Wydad hanno sudato di più. I sudafricani hanno rischiato, e non poco, ottenendo l’accesso alla fase a gironi solo grazie alla regola del gol in trasferta. Ai marocchini invece va il merito di avere eliminato i campioni in carica del Mazembe.

Durante la fase a gironi la fortuna dello Zamalek si ripete, essendo sorteggiato in un girone che, oltre al Mamelodi, contiene l’Enyimba e l’Etif; gli algerini, però, vengono squalificati e il girone si trasforma in 3 squadre, dove a farne le spese sono i nigeriani, eliminati con una sola vittoria. L’altro gruppo, più combattuto, ha decretato l’eliminazione a sorpresa dell’Al Ahly, con le tre squadre (quarti gli ivoriani del Mimosas), ad eccezione del Wydad, racchiuse in pochi punti.

La settimana scorsa è andata in scena la fase finale del torneo, con l’andata delle semifinali. Da una parte Zamalek-Wydad (seconda e prima del rispettivo girone) ha visto trionfare gli egiziani con un sonoro 4 a 0, grazie ai goal di Shikabala, Hefny, Morsi e Fathi (su rigore). Dall’altra, invece, la gara tra Zesco e Mamelodi (seconda e prima), è terminata 2 a 1; dopo il doppio vantaggio firmato Mwanza (doppietta), i padroni di casa si sono visti gelare dal goal nei minuti finali di Billiak, che permette di tenere in vita le speranze dei sudafricani.

Stasera è in programma il ritorno: una finalista sembra ormai essere scritta. Nell’altro caso, occhi puntati sull’HM PITJIE stadium. I sudafricani hanno mostrato una certa continuità in questo torneo, battendo due volte lo Zamalek durante la fase a gironi; un’eventuale vittoria zambiana potrebbe capovolgere tutte le previsioni fatte finora.

di Marco Ventimiglia

goal.com

goal.com



As featured on NewsNow: Calcio news