Uomo infetto alla “discoteca del s***o”, il locale divulga: “Chi era presente sabato vada in ospedale”

Uomo infetto alla discoteca del ‘s***o’. E scatta subito l’allarme sui social: “Andate subito dal medico!”. È successo sabato 29 settembre: un uomo, presente in pista per cercare divertimento e un’avventura su di giri, è stato trovato positivo nei giorni seguenti a una malattia infettiva virale. Si tratta della meningite meningococciga che ha già affettato alcune persone presenti alla discoteca del sesso. Si tratta del KitKat Club di Berlino e a darne l’allarme è proprio la pagina Facebook del locale: “Tutte le persone che sabato 29 settembre si trovavano al club KitKatClub nella Köpenicker Straße, si devono recare subito da un medico. Il distretto di Reinickendorf ha dato l’allarme e reso noto il caso di una meningite meningococciga appartenente a uno dei gruppi A, C, Y, W135, che in quella circostanza ha contagiato alcune persone presenti nel club”.

La discoteca KitKatClub, punto di riferimento della movida hard di Berlino, sta vivendo momenti di paura per quanto sta avvenendo. Alcuni dipendenti sarebbero stati contagiati dall’uomo che, nel corso della serata, sarebbe entrato in contatto con diverse persone.

La tipologia di meningite che ha colpito il cliente del locale sarebbe di tipo letale, il contagio avviene tramite contatto salivare e i sintomi comuni sono un forte mal di testa, febbre alta, capogiri, brividi e rigidità della nuca. Per questo motivo l’invito dei proprietari del night club è quello di andare immediatamente dal medico per evitare rischi gravi per la salute.

Ma di che malattia si tratta? La meningite meningococcica è una malattia batterica acuta provocata da Neisseria meningitidis. Si tratta di una patologia molto grave, caratterizzata, dopo un periodo di incubazione di 1-10 giorni, da un esordio improvviso, con febbre, cefalea intensa, rigidità nucale, nausea, vomito e frequente esantema. Responsabili della malattia, nella maggior parte dei casi, sono i microrganismi di gruppo A, B e C. Nei paesi in cui la malattia è endemica, il 5-10% della popolazione può essere portatore asintomatico del batterio a livello delle prime vie respiratorie.

”Approfondisci”