Sta facendo parecchio discutere la vicenda che ha visto coinvolto Tomas Repka, ovvero l’ex difensore ceco che ha giocato anche nel nostro paese e più nello specifico con la Fiorentina. L’ex calciatore ha 44 anni e pare che sia finito nei guai. Nello specifico pare sia stato condannato a 6 mesi di carcere, in seguito ad una denuncia sporta nei suoi riguardi dalla sua ex moglie. Ma cosa è accaduto realmente. Stando a quanto emerso, e più nello specifico a quanto stabilito dal tribunale di Brno, sembra che Repka, abbia pubblicato almeno 3 annunci tutti falsi, dove offriva prestazioni sessuali a pagamento da parte della sua ex moglie Vladka Erbova.

Tutti gli annunci pare fossero corredati dalla foto della moglie e comprensivi del suo numero di telefono. Tuttavia, l’uomo non avrebbe agito da solo ma ad aiutarlo pare ci sia stato proprio l’attuale compagna e così anche quest’ultima è stata condannata ma semplicemente a pagare una multa di quasi € 2000. L’ex calciatore invece è stato condannato a 6 mesi di carcere. Il difensore una volta chiamato in causa, in aula effettivamente avrebbe ammesso le sue responsabilità. «Ho sbagliato e mi dispiace, ma la relazione con la mia ex moglie non è buona. Volevo vendicarmi perché non mi fa vedere nostro figlio», sarebbero state queste le parole dichiarate dall’ex difensore.

A quanto sembra, non è la prima volta che l’ex difensore e la moglie finiscono in tribunale ed infatti nel passato l’ex viola era stato condannato, per non aver pagato gli alimenti per il figlio. Il Calciatore ha fatto sapere ed anche aggiunto di essere stato spinto a fare tutto ciò per via del rapporto piuttosto burrascoso che ormai da anni ha con la sua ex moglie. Tuttavia ha detto di essersi pentito di essersi comportato in questo modo, ma questo non cambierà le cose perché dovrà rispondere davanti al giudice che nel frattempo lo ha condannato a 6 mesi di carcere.

Coinvolta, come abbiamo visto, anche la sua attuale compagna  che è la conduttrice televisiva  Katerina Kristelova la quale è stata condannata a pagare una multa di quasi duemila sterline. “Sono crollata quando ho scoperto chi l’aveva fatto, non riuscivo a dormire, avevo bisogno di vedere uno psichiatra e sto andando in terapia”, sono state queste invece le parole dichiarate dalla signora Erbova, ovvero l’ex moglie del calciatore, omai in pensione.