A letto con la pancia piena. Il Liverpool si gode una notte di sogni d’oro : primato a punteggio pieno, sette gol fatti e zero subiti, la solidità di Alisson grandissimo all’88’, il gol decisivo di Salah nel bel mezzo del primo tempo. Il Manchester City chiama frenando a Wolverhampton, i Reds rispondono abbattendo la resistenza del Brighton, che aveva battuto domenica il club di Mourinho: indicata a furor di popolo come la maggiore antagonista dei campioni in carica, la banda di Klopp non perde l’occasione di guadagnare due punti sui Guardiola boys.

La Premier è lunga e già oggi Watford e Chelsea potrebbero agganciare in vetta il Liverpool, ma nel calcio ci sono segnali talvolta impercettibili, che poi diventano invece profondi. I Reds stanno rispettando il copione e sono pronti ad approfittare di eventuali sbandate della concorrenza: il messaggio è chiarissimo.

ANALISI II risultato è il manifesto del match dell’Anfield: non è stato facile per il Liverpool mettere sotto una squadra che, domenica scorsa, aveva bastonato il Manchester United. Il Brighton è solido, è schierato bene in campo e possiede l’orgoglio di chi deve
guadagnarsi il pane con il sudore. Ogni partita è una lotta per la brigata di Hughton e il Liverpool ha sofferto fino all’ultimo: il volo di Alisson sulla capocciata di Gross all’88’ ha certificato l’importanza di aver arruolato in estate quello che, in un futuro prossimo, potrebbe diventare il numero uno nel ruolo al mondo. Klopp ha davvero un’arma in più da giocarsi al tavolo della Premier.

IL FILM La strada verso il successo, dopo il palo di Alexander-Arnold, è spalancata da un mestierante del calcio inglese, James Milner, ex Manchester City, 32 anni suonati. È lui che sradica il pallone dai piedi di Bissouma e avvia l’azione. Firmino, vicino all’1-0 all’alba del match con una capocciata, indovina il corridoio per Salah: l’egiziano non perdona. I Reds sfiorano il bis sempre con Salah, ma il Brighton è vivo e lotta. Nella ripresa i Seagulls hanno l’occasione per pareggiare, ma sbagliano. Le squadre si allungano e il coast to coast è un inno al divertimento. Gomez di testa fallisce il 2-0, ma è il Brighton a vedere il gol con Gross: Alisson risponde presente. Klopp ringrazia e va a dormire con il sorriso largo.