Il calcio non è soltanto tifo, sfottò, antagonismo, ma è anche generosità e amore per il prossimo.  E’ molto bello il gesto di Marco Verratti, Il centrocampista del Paris saint-germain che ha deciso di donare €10.000 ad una scuola di Bologna per ricomprare le attrezzature che sono state rubate durante un furto avvenuto nella notte di giovedì.  Ebbene si, venerdì notte i ladri  sono entrati nella scuola elementare Giordani a Bologna, rubando di tutto, dai PC ai videoproiettori e infine una lavagna di ultima generazione ed un computer speciale. Quest’ultimo era uno strumento utilizzato dal piccolo Andrea, ovvero un ragazzo gravemente disabile, attraverso il quale riusciva a comunicare con le insegnanti e con gli altri compagni.

Nei giorni scorsi era anche intervenuto il papà Gianluca, il quale aveva lanciato un appello ai ladri affinché potessero restituire al figlio il computer,  che per lui ha un’importanza fondamentale perché risulterebbe l’unico strumento attraverso il quale riesce proprio a comunicare con gli altri. L’appello del papà Gianluca pare che abbia fatto davvero il giro del mondo, tanto da essere arrivato anche in Francia e più nello specifico a Parigi, dove è stato ascoltato ed accolto dal centrocampista del Paris saint-germain ovvero Marco Verratti.

Il calciatore venuto a conoscenza di questa cosa, non ha perso tempo e si è attivato immediatamente per ricomprare il computer ad Andrea, ma ha anche donato €10000 affinché fosse acquistata tutta l’attrezzatura sottratta dai ladri alla scuola. Come abbiamo detto, la cifra ammonterebbe a circa €10.000 ed il gesto voleva restare anonimo, ma poi questa notizia è trapelata soprattutto per volontà del Padre del ragazzino, che ha voluto ringraziare Verratti in prima persona.  Così proprio nella serata di ieri Verratti ha contattato personalmente il padre di Andrea per accertarsi che il bambino avesse ricevuto il computer.  Piuttosto commosso il papà Gianluca, il quale ai microfoni ha dichiarato: “Gli sono davvero riconoscente ci siamo detti che, quando ci sarà l’occasione, troveremo il modo di fargli conoscere Andrea. Sarebbe un onore per noi”.

Davvero un cuore grande quello di Marco Verratti, che nonostante da tanti anni si trovi in Francia a militare in una grande squadra, non ha mai dimenticato le sue origini e soprattutto è rimasto un ragazzo umile e pronto ad aiutare il prossimo, soprattutto se si tratta di bambini e più nello specifico di bambini speciali. Difficilmente questo gesto potrà essere dimenticato dai genitori del piccolo, ne tanto meno dall’intera struttura scolastica.