Massimiliano Allegri,, il tecnico della Juventus in conferenza stampa nella giornata di oggi, ha toccato tutti i temi al centro del primo anticipo, riguardo la seconda giornata di campionato. Nello specifico pare che il tecnico abbia parlato dell’ esordio di Ronaldo, del ritorno di Bonucci allo Stadium e l’ostacolo posto dalla Lazio. Proprio a riguardo quest’ultimo tema, Allegri ha dichiarato: “La Lazio, ben allenata, l’anno scorso ci ha battuti dopo 41 vittorie consecutive in casa, quindi attenzione. Dybala e Matuidi? Devo decidere se farli giocare. CR7 va bene sia al centro sia largo. Alex Sandro? Un calciatore ‘nuovo’“. Su Bonucci, il tecnico bianconero dice: “Mi aspetto grande entusiasmo dall’ambiente. La Lazio è la squadra he ci ha battuto due volte lo scorso anno e ha messo fine alla striscia di imbattibilità casalinga di 41 partite. E’ la prima partita importante. A prescindere da tutti, serve entusiasmo perché la gara è complicata. Bonucci è tornato con entusiasmo, va rispettato e giudicato solo per quello che mostra sul campo”.

Riguardo la grande novità, ovvero Cristiano Ronaldo, il tecnico ha dichiarato che sicuramente il giocatore non farà panchina, ma giocherà e continuerà ad allenarsi insieme ai suoi compagni e più lo farà, più migliorerà l’intesa tra tutti.

“Il calcio è un gioco di conoscenza, più si allena insieme ai compagni e più migliorerà l’intesa tra tutti: mi aspetto miglioramenti nell’intesa tra centrocampisti e attaccanti. Comunque Ronaldo a Verona ha tirato sei volte in porta, forse dovevamo essere più attenti nelle ribattute Ronaldo mai in panchina? Può capitare l’anno quando dovrà rifiatare, a Madrid è stato gestito in modo ottimale. Ora gioca. Ronaldo va sfruttato per le caratteristiche che ha così tutti gli altri giocatori. Ronaldo si mette sempre in discussione, è molto competitivo, si è costruito con il lavoro e il sacrificio: alza l’asticella della competizione. Ed è un esempio per i giovani. Cristiano ha portato entusiasmo al calcio italiano, ai nostri tifosi. La normalizzazione deve riguardare noi: bisogna vincere le partite e sabato ne è stata la prova visto che dopo mezz’ora potevamo essere 3-0 e non 1-0. Quest’anno ci saranno 6 squadre a lottare per i primi quattro posti”, ha dichiarato il tecnico.

Alla domanda Mandzukic o Dybala per la partita contro la Lazio, il tecnico dice che entrambi possono giocare con Ronaldo, ma è possibile anche che possa giocare soltanto uno di loro insieme al campione, ovviamente facendo riferimento alla partita contro la Lazio. Riguardo proprio questa squadra, Massimiliano Allegri sostiene che la Lazio sia una squadra forte, ben strutturata, allenata e soprattutto ben allenata. La quota scudetto? Per Massimiliano Allegri sarà 88-90 punti.